you know my name (look up the number)

(lennon/mccartney)
durata 04:19
re maggiore

Testo

You know my name
Look up the number
You know my name
Look up the number
You, you know, you know my name
You, you know, you know my name

Good evening and welcome to Slaggers
Featuring Dennis O'Bell and Ringo
Let's here it for Dennis
Good evening

You know my name
Better look up my number
You know my name
(That's right) Look up my number
You, you know, you know my name
You, you know, you know my name

You know my name
Ba ba ba ba ba ba ba ba ba
Look up my number
You know my name
(That's right) Look up the number
Oh you know, you know, you know my name
You know, you know, you know my name
You know my name
Ba ba ba ba
Look up the number
You know my name
Look up the number
You know, you know, you know my name
You know, you know, you know my name
You know, you know my name
You know, you know my name
(Go on Denis let's hear it for Denis O'Bell)
You know, you know my name
You know, you know my name

Prr, you know my name
Look up the number
You, you know, you know my name
Look up the number
You know my number three
You know my number two
You know my number three
You know my number four
You know my name
You know my number too
You know my name
You know my number
What's up with you?
You know my name
That's right
Yeah

Conosci il mio nome (cerca il numero)

Conosci il mio nome
Cerca il numero
Conosci il mio nome
Cerca il numero
Tu, tu conosci, tu conosci il mio nome
Tu, tu conosci, tu conosci il mio nome

Buonasera e benvenuti da Slaggers
Che vi presenta Dennis O'Bell e Ringo
Ascoltiamola per Dennis
Buonasera

Conosci il mio nome
Faresti meglio a cercare il numero
Conosci il mio nome
(Esatto) Cerca il numero
Tu, tu conosci, tu conosci il mio nome
Tu, tu conosci, tu conosci il mio nome

Conosci il mio nome
Ba ba ba ba ba ba ba ba ba
Cerca il numero
Conosci il mio nome
(Esatto) Cerca il numero
Oh tu conosci, tu conosci, tu conosci il mio nome
Tu conosci, tu conosci, tu conosci il mio nome
Tu conosci il mio nome
Ba ba ba ba
Cerca il numero
Conosci il mio nome
Cerca il numero
Lo sai, lo sai, conosci il mio nome
Lo sai, lo sai, conosci il mio nome
Lo sai, conosci il mio nome
Lo sai, conosci il mio nome
(Vai avanti Dennis ascoltiamola per Dennis O'Bell)
Lo sai, conosci il mio nome
Lo sai, conosci il mio nome

Prr, conosci il mio nome
Cerca il numero
Tu, tu conosci, tu conosci il mio nome
Cerca il numero
Tu conosci il mio numero tre
Tu conosci il mio numero due
Tu conosci il mio numero tre
Tu conosci il mio numero quattro
Conosci il mio nome
Conosci anche il mio numero
Conosci il mio nome
Conosci il mio numero
Che c'è?
Conosci il mio nome
Esatto

Accordi

Non ci sono ancora gli accordi di questo brano.

Registrazione

mercoledì 17.05.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-14
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
prove + base ritmica + completamento prima parte della canzone

mercoledì 07.06.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 9 + 20-24
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisioni, poi scartate, sul nastro 9 registrato in maggio; poi realizzazione 5 nastri strumentali per la seconda sezione

giovedì 08.06.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: nastri 1-12 (parte 2); nastri 1-4 (parte 3); nastri 1-6 (parte 4); nastro 1 (parte 5)
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
altre basi ritmiche e sovraincisioni, con la partecipazione al sax di Brian Jones

mercoledì 30.04.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 30
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Jeff Jarratt
secondo fonico: Nick Webb
sovraincisione voci ed effetti sonori, in gran parte sulla coda, poi tagliata, della canzone

Mixaggio

venerdì 09.06.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 30, così composto: nastro 9 (parte 1); nastro 12 (parte 2); nastro 4 (parte 3); nastro 6 (parte 4); nastro 1 (parte 5);
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
montaggio e remix 1

mercoledì 30.04.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 30
mix: mono
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Jeff Jarratt
secondo fonico: Nick Webb
remix 1-3 (numerato quindi ignorando il remix 1 del '67)

mercoledì 26.11.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 30
mix: stereo
produttore: Geoff Emerick /George Harrison
primo fonico: Mike Sheady
secondo fonico: John Lennon
remix 4 (in realtà era il primo remix stereo), definitivo, comprensivo dell'abbreviamento della canzone alla sua durata definitiva

Review

Oggi l'abitudine di relegare ai lati B dei singoli brani sperimentali, incompiuti, o semplicemente deboli, è una prassi piuttosto comune, anche perchè questi supporti sono ormai scarsamente venduti e il "singolo" è più uno status discografico/radiofonico che un oggetto reale. Negli anni '60 la situazione era però molto diversa; sebbene i Beatles avessero contribuito in modo decisivo a fare del 33 giri il formato artisticamente più importante, il 45 giri restava un mezzo d'espressione fondamentale, cui i Beatles continuavano a prestare grande attenzione (ne è prova il duraturo risentimento di Lennon per essere stato spesso relegato sul lato B).

Anche dopo Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, il disco che più di tutti contribuì all'affermazione del 33 giri, essi distribuirono a piene mani capolavori su entrambi i lati dei loro singoli; per questo You Know My Name (Look Up The Number) rappresenta un episodio spiacevole della discografia dei Beatles, di cui costituisce l'ultimo brano del loro ultimo singolo.

McCartney dichiarò a Lewisohn che questa era forse la sua canzone preferita dei Beatles, "solo perchè è così pazza. Intendo, cosa puoi fare quando uno come John Lennon entra in studio e ti dice che ha una nuova canzone? Gli chiesi le parole e lui disse: Sai il mio nome, cerca il mio numero. Al che io dissi, ok, e poi? Niente, il testo è questo!". Anche se Paul stava scherzando, è evidente che i Beatles si divertirono molto a registrare il brano. Purtroppo, come capita spesso quando i gruppi si dilettano in improvvisazioni più o meno facete, il risultato è più piacevole per chi lo esegue che non per chi lo ascolta.

Composta di 4 sezioni separate, You Know My Name inizia in modo relativamente convenzionale - almeno in confronto a come prosegue. Tutti gli strumenti sono suonati con grande convinizione (leggi: fortissimo), e le voci non sono da meno. La seconda sezione, di gusto latino, causò non pochi problemi a Dennis O'Dell, produttore dei film A Hard Day's Night e Magical Mystery Tour e in seguito capo della Apple Films. "Iniziarono ad arrivare queste telefonate misteriose" - raccontò a Steve Turner - "in cui gente strafatta di LSD mi chiamava e mi diceva: sappiamo il tuo nome, e ora anche il numero. Non capivo cosa stesse succedendo, fino a quando Ringo mi fece ascoltare la canzone".

La sezione successiva include bizzarre percussioni e poco divertenti interventi vocali in falsetto e precede la parte finale del brano, un lungo intervento pseudo-jazz con parti vocali incomprensibili ma, almeno, su un'intonazione meno sgradevole. È in questa sezione che si inserisce l'assolo di sax di Brian Jones dei Rolling Stones, che all'epoca della pubblicazione del brano era già da tempo affogato nella propria piscina, ignaro di aver donato a una canzone dei Beatles il suo momento migliore.

A pochi secondi dalla fine, trova posto persino un rutto. Un'ulteriore sezione pseudo-ska è stata rivelata dall'Anthology insieme a What's The New Mary Jane, un brano analogamente folle registrato dai Beatles e che Lennon aveva pensato di pubblicare come lato A di un singolo della Plastic Ono Band (You Know My Name sarebbe stata il lato B). Questo discò andò molto vicino alla pubblicazione, tanto da avere anche un numero di catalogo alla Apple.

Oggi i giudizi su You Know My Name sono solitamente meno severi di quello qui esposto. È vero che per alcuni aspetti, il brano ha un certo valore documentaristico. Ad esempio, l'entourage del gruppo descrive i Beatles come "svuotati" dopo la conclusione dei lavori su Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, e la seduta iniziale di questo brano, una delle prime dopo il completamento del loro capolavoro, conferma questo disorientamento, facendoli apparire davvero come un gruppo "di comuni mortali". Altri citano il merito di mostrare il ruolo del divertimento, dell'improvvisazione e della sperimentazione nel processo creativo del gruppo. Inoltre, il tocco finale, dell'aprile '69, è ricordato come una delle più serene collaborazioni tra John e Paul di quell'intero anno, con i due che addirittura cantarono nello stesso microfono come ai vecchi tempi.

I giudizi odierni però sono in tal senso condizionati dall'attuale collocazione discografica: come ultima traccia di Past Masters Vol. 2, You Know My Name non costa nemmeno la fatica di saltarla. Come lato B di un singolo, una posizione che aveva ospitato capolavori da This Boy a Don't Let Me Down e un evento che i fan di tutto il mondo attendevano con trepidazione, fu un gesto alquanto inelegante e - considerata la manifesta antipatia che il gruppo ormai rivolgeva al progetto Let It Be (nessun Beatle presenziò alla prima dell'omonimo film) - forse intenzionale.

Commenti