i am the walrus

(lennon/mccartney)
durata 04:34
la maggiore

Testo

I am he as you are he as you are me and we are all together
See how they run like pigs from a gun, see how they fly
I'm crying
Sitting on a cornflake
Waiting for the van to come
Corporation T-shirt, stupid bloody Tuesday
Man you've been a naughty boy
You let your face grow long

I am the eggman
They are the eggmen
I am the walrus
Goo goo goo joob

Mr. city policeman sitting pretty little policemen in a row
See how they fly like Lucy in the sky, see how they run
I'm crying
I'm crying, I'm crying
Yellow matter custard
Dripping from a dead dog's eye
Crabalocker fishwife, pornographic priestess
Boy, you've been a naughty girl
You let your knickers down

I am the eggman
They are the eggmen
I am the walrus
Goo goo goo joob

Sitting in an English garden
Waiting for the sun
If the sun don't come you get a tan from standing in the English rain

I am the eggman
They are the eggmen
I am the walrus
Goo goo goo joob

Expert texpert choking smokers don't you think the joker laughs at you
See how they smile like pigs in a sty, see how they snied
I'm crying
Semolina pilchard
Climbing up the Eiffel tower
Elementary penguin singing Hare Krishna
Man, you should have seen them kicking Edgar Allan Poe

I am the eggman
They are the eggmen
I am the walrus
Goo goo goo joob
Goo goo goo joob
Goo goo goo goo
Goo goo goo joob goo
Jooba jooba jooba...

Io sono il tricheco

Io sono lui come tu sei lui come tu sei me e noi siamo tutti insieme
Guarda come scappano come maiali da un fucile guarda come volano
Sto piangendo
Seduto su un cornflake
Aspettando che arrivi Il furgone
Magliette municipali, stupido maledetto martedì
Amico sei stato un ragazzo cattivo
Ti sei lasciato crescere la faccia

Io sono l'uomo-uovo
Loro sono gli uomini-uovo
Io sono il tricheco
Goo goo goo joob

Signor poliziotto della City fermo piccolo carino poliziotto in fila
Guarda come volano come Lucy nel cielo, guarda come corrono
Sto piangendo
Sto piangendo, sto piangendo
Crema di materia gialla
Che cola dall'occhio di un cane morto
Pescivendola granchiarmadio sacerdotessa pornografica
Ragazzo sei stata una cattiva ragazza
Ti sei tirata giù le mutande

Io sono l'uomo-uovo
Loro sono gli uomini-uovo
Io sono il tricheco
Goo goo goo joob

Seduto in un giardino inglese
Aspettando il sole
Se il sole non viene ti abbronzi stando sotto la pioggia inglese

Io sono l'uomo-uovo
Loro sono gli uomini-uovo
Io sono il tricheco
Goo goo goo joob

Esperti tesperti fumatori soffocanti non pensate che il buffone vi ride dietro?
Guarda come sorridono, come porci in un porcile, guarda come soggrugnano
Sto piangendo
Sardina di semolino che scala la Torre Eiffel
Pinguino elementare che canta Hare Krishna
Amico avresti dovuto rendere a calci Edgar Allan Poe

Io sono l'uomo-uovo
Loro sono gli uomini-uovo
Io sono il tricheco
Goo goo goo joob
Goo goo goo joob
Goo goo goo goo
Goo goo goo joob goo
Jooba jooba jooba...

Accordi

[B] [A] [A6] [G] [G+5] [F] [F6] [E] [E7] [D] [D7]

[A]I am he as [A/G]you are he as [C]you are me and [D]we are [D/E]all to[A]gether [A/G]
[C]See how they run like pigs from a gun, see [D]how they fly
I'm [A]crying
[A]Sitting on a cornflake [A/G] [D9/F#]
[F]Waiting for the [G]van to [A]come [A/G]
[F]Corporation T-shirt, stupid bloody Tuesday
[B]Man you've been a naughty boy
You let your face grow long

I am the [C]eggman
They are the [D]eggmen
I am the [E]walrus
Goo goo goo joob

[A]Mr. city [A/G]policeman sitting [C]pretty little [D]policeman [D/E]in a [A]row [A/G]
[C]See how they fly like Lucy in the sky, see [D]how they run
I'm [A]crying
I'm [Dsus4]crying, I'm [A]crying, I'm [E]cry[D]ing
[A]Yellow matter custard [A/G] [D9/F#]
[F]Dripping from a [G]dead dog's [A]eye [A/G]
[F]Crabalocker fishwife, pornographic priestess
[B]Boy, you've been a naughty girl
You let your knickers down

I am the [C]eggman
They are the [D]eggmen
I am the [E]walrus
Goo goo goo joob [B] [A] [G] [F] [E]

[B]Sitting in an [A]English gar[G]den
Waiting [F]for the [E]sun
[F]If the sun don't [B]come you get a tan from standing in the English rain

I am the [C]eggman
They are the [D]eggmen
I am the [E]walrus
Goo goo goo joob [D]goo gooo goo joob

[A]Expert texpert [A/G][C]choking smokers don't you think the [D]joker [D/E]laughs at [A]you [A/G]
[C]See how they smile like pigs in a sty, see [D]how they snied
I'm [A]crying
[A]Semolina pilchard [A/G] [D9/F#]
[F]Climbing up the [G]Eiffel to[A]wer [A/G]
[F]Elementary penguin singing Hare Krishna
[B]Man, you should have seen them kicking Edgar Allan Poe

I am the [C]eggman
They are the [D]eggmen
I am the [E]walrus
Goo goo goo joob [D]goo gooo goo joob
[C]Goo goo goo joob [B]goo gooo goo joob
[A]Jooba jooba [G]jooba jooba [F] joooba [E] [D] [C] [B] [A] [G] [F] [E] [D] [C] [B]

Registrazione

martedì 05.09.1967 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 1-16
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
base ritmica di piano elettrico, chitarra, basso e batteria + sovraincisione di mellotron. fu la prima seduta dopo la scomparsa, 10 giorni prima, di Brian Epstein

mercoledì 06.09.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: riduzione 16 nel 17 + sovraincisione sul 17
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Ken Scott
sovraincisione nuovi basso e batteria + voce solista

mercoledì 27.09.1967 @ Abbey Road Studio 1
nastri: riduzione 17 nei nastri 18-24 + sovraincisioni
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione orchestra (7 versioni)

mercoledì 27.09.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 20, ridotto nel 25 + sovraincisione sul 25
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione coro di 16 elementi

Mixaggio

mercoledì 06.09.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 17
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Ken Scott
remix 1-4 scopo produzione acetati

giovedì 28.09.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 25 ridotto come sovraincisione sul 17
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
remix numerati erroneamente 2-5

venerdì 29.09.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 17
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Graham Kirby
remix 6-22 + montaggio dei remix 10 e 22, numerato nastro 23. il mix 22 conteneva il famoso inserto radiofonico del Re Lear di Shakespeare, registrato dal vivo dal canale 3 della BBC

lunedì 06.11.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 17
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Ken Scott
remix 1-7 + montaggio remix 6 e 7. in realtà il remix è stereo solo fino all'ingresso della trasmissione radiofonica

venerdì 17.11.1967 @ Abbey Road Stanza 53
nastri: 17
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Ken Scott
nuovo remix (numerato 25) della prima parte della canzone, con immediato montaggio sul remix precedente

Review

Con tanto materiale di qualità, è ovvio che molte canzoni che sarebbero uscite su 45 giri per qualunque altro gruppo, non diventarono mai un singolo dei Beatles. In questo la sorte dei due principali compositori fu molto diversa. Mentre molte delle straordinarie canzoni di McCartney che non uscirono come singolo (All My Loving, Yesterday, Michelle, Here There And Everywhere) apparirono soltanto sugli album, diverse canzoni di Lennon che avrebbero meritato il lato A vennero relegate sul lato B (Rain, Revolution, Don't Let Me Down), spesso tra le proteste del loro autore.

Di questi casi, I Am The Walrus costituisce senz'altro l'esempio più notevole, considerata anche la relativa inconsistenza della canzone sul lato A, Hello Goodbye.

Le registrazioni di I Am The Walrus iniziarono il 5 settembre del 1967, nemmeno 2 settimane dopo la morte di Brain Epstain, il manager che aveva scoperto e imposto i Beatles al mondo. Brian si era sentito probabilmente smarrito dopo l'abbandono dei concerti dei Beatles, il che ridimensionava molto i suoi compiti operativi nella gestione dei Fab Four; per quanto Epstein gestisse altre star di fama mondiale, è evidente che nessuna, soprattutto nei termini emotivi così importanti per una persona così sensibile, poteva paragonarsi a loro.

Al tempo stesso, la sua scomparsa sancisce senza dubbio l'inizio della fine dei Beatles che, privi di Brian, iniziarono ben presto a perdere coesione e visione comune: di lì a un anno, le astiose sedute per il White Album avrebbero chiarito che l'avventura era ormai finita, per quanto l'agonia si prolungò per ancora un altro anno e un paio di album. Se l'ispirazione di I Am The Walrus fosse riconducibile ad un solo elemento, sarebbe facile individuarlo nell'espressione di furioso dolore con cui Lennon aveva reagito alle morti importanti della sua vita (lo zio George, marito di zia Mimi, la madre Julia, l'amico e quinto beatle Stuart Sutcliffe). 

Molti si sono divertiti a cercare di interpretare i singoli versi di I Am The Walrus: un esercizio possibile, perchè nessuno dei versi di questo brano è casuale. Ma ciò che più conta è il senso generale, ascrivibile a due linee di contenuto: il disprezzo per l'establishment - nella fattispecie la politica proibizionista nei confronti di sostanze prima libere, che stava mietendo vittime illustri quali Mick Jagger e Keith Richards - e la voglia di evasione in un mondo di fantasia creato dall'acido. In questa tirata contro il sistema Lennon non risparmia nessuno: burocrati, forze dell'ordine, istruzione, arte e religione, usando tutto il suo miglior armamentario verbale (giochi di parole, nonsense, citazioni a luoghi o persone famose e l'immancabile riferimento a Lewis Carroll dal cui Attraverso lo Specchio viene il titolo).

La musica, ispirata probabilmente da una sirena della polizia, e che deliberatamente ricrea la stessa ossessività del testo, ha la sola funzione di non dare tregua all'ascoltatore, con una sequenza in saliscendi che si arresta solo per la formula a chiamata e risposta del breve ritornello. Prima che tutto questo diventi troppo prevedibile, arriva una variazione di tempo e atmosfera che serve a ribadire, qualora servisse, che non c'è spazio per nessuna certezza: e se non arriva il sole, ci abbronzeremo sotto la pioggia.

Mentre il contributivo esecutivo degli altri Beatles è meno notevole che in altre occasioni, lo straordinario arrangiamento di George Martin, da molti considerato il suo miglior intervento su una canzone dei Beatles (per quanto sia difficile non considerare anche Strawberry Fields Forever e Being For The Benefit Of Mr. Kite) rende l'insieme ancora più ipnotico e disturbante: lo straordinario epilogo del periodo psichedelico dei Beatles è servito.

Commenti