magical mystery tour

(lennon/mccartney)
durata 02:48
mi maggiore

Testo

Roll up, roll up for the magical mystery tour
Step right this way
Roll up, roll up for the mystery tour
Roll up, roll up for the mystery tour
(Roll up) And that's an invitation
Roll up for the mystery tour
(Roll up) To make a reservation
Roll up for the mystery tour

The magical mystery tour is waiting to take you away
Waiting to take you away

Roll up, roll up for the mystery tour
Roll up, roll up for the mystery tour
(Roll up) We've got everything you need
Roll up for the mystery tour
(Roll up) Satisfaction guaranteed
Roll up for the mystery tour

The magical mystery tour is hoping to take you away
Hoping to take you away

The mistery trip

Roll up, roll up for the mystery tour
Roll up, roll up for the mystery tour
(Roll up) And that's an invitation
Roll up for the mystery tour
(Roll up) To make a reservation
Roll up for the mystery tour

The magical mystery tour is coming to take you away
Coming to take you away
The magical mystery tour is dying to take you away
Dying to take you away
Take you today

Magico viaggio nel mistero

Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
A destra da questa parte
Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) E questo è un invito
Venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) A prenotarvi
Venite tutti al magico viaggio nel mistero

Il magico viaggio nel mistero aspetta di portarvi via
Aspetta di portarvi via

Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) Abbiamo tutto quello che vi serve
Venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) Soddisfazione garantita
Venite tutti al magico viaggio nel mistero

Il magico viaggio nel mistero spera di portarvi via
Spera di portarvi via

La gita nel mistero

Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
Venite, venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) E questo è un invito
Venite tutti al magico viaggio nel mistero
(Venite tutti) A prenotarvi
Venite tutti al magico viaggio nel mistero

Il magico viaggio nel mistero viene per portarvi via
Viene per portarvi via
Il magico viaggio nel mistero muore dalla voglia di portarvi via
Muore dalla voglia di portarvi via
Portarvi via oggi

Accordi

[D] [A] [E]
Roll up, roll up for the magical mystery tour
Step right this way
Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) And [G]that's an invi[A]tation
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) [G]To make a re[A]servation
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour

[D]The magical mys[D/C]tery tour is [G/B]waiting to take you a[Gm/Bb]way
[D/A]Waiting to take you a[A]way

[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) [G]We've got e[A]verything you need
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) [G]Satisfaction guaran[A]teed
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour

[D]The magical mys[D/C]tery tour is [G/B]hoping to take you a[Gm/Bb]way
[D/A]Hoping to take you a[A]way

[B] [F#m7] The mistery trip [B] [F#m7] [G#m7] [A]

[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) And [G]that's an invi[A]tation
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour
[E](Roll up) [G]To make a re[A]servation
[E]Roll up, [G]roll up for the mys[A]tery tour

[D]The magical mys[D/C]tery tour is [G/B]coming to take you a[Gm/Bb]way
[D/A]Coming to take you a[A]way
[D]The magical mys[D/C]tery tour is [G/B]dying to take you a[Gm/Bb]way
[D/A]dying to take you a[A]way
Take you to[D]day [Dm7]

Registrazione

martedì 25.04.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 1-3 + riduzione 3 nei nastri 4-8
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
base ritmica di piano, 2 chitarre e batteria + preparazione loop effetti sonori

mercoledì 26.04.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 8 + riduzione 8 nel 9
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione basso, percussioni e rumori di sottofondo

giovedì 27.04.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione voce solista e cori. i cori furono registrati molto rallentati per suonare accelerati all'ascolto

mercoledì 03.05.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione fiati

martedì 07.11.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 9
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Graham Kirby
rifacimento voce solista ed effetti sonori

Mixaggio

giovedì 27.04.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix provvisori 1-4

giovedì 04.05.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix 1-7, ignorando la numerazione dei remix provvisori del 27/4

lunedì 06.11.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Ken Scott
remix 1-4; durante questo lavoro ci si accorse che servivano alcuni piccoli ritocchi al brano, registrati il giorno successivo

martedì 07.11.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 9
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Graham Kirby
reemix 5-6 stereo e 8-10 mono, con le ultime sovraincisioni effettuate appena prima

Review

La title track del terzo, discusso film dei Beatles è l'unica a non essere stata pubblicata come singolo, a differenza delle precedenti A Hard Day's Night ed Help! e della successiva Let It Be. Questo importante elemento dà già una chiara indicazione del fatto che Magical Mystery Tour non sia tanto una canzone quanto un'ouverture appositamente studiata, e al tempo stesso introduce le anomalie di questo progetto (un breve film per la TV anzichè un normale lungometraggio per il cinema, accompagnato da un EP anzichè un album) rispetto ai precedenti film del gruppo.

Durante un viaggio in America, McCartney era rimasto impressionato dall'autobus dipinto a colori e disegni psichedelici dei Merry Pranksters, un gruppo di hippies che si era raccolto in California, a partire dal 1964, attorno alla figura dello scrittore Ken Kesey (autore tra l'altro di Qualcuno volò sul nido del cuculo). Incrociando questa scoperta con il ricordo dei Mystery Tour della sua infanzia, concepì una canzone che, come la precedente Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band (anch'essa ispirata alla creatività degli hippies americani) poteva diventare il filo conduttore del prossimo progetto dei Beatles.

"John e io ci ricordavamo di questi viaggi del mistero, e pensavamo che fossero un'idea affascinante: partire in autobus senza sapere dove si sarebbe andati. Romantico e anche piuttosto surreale! viaggi in autobus in cui si partiva e si tornava in giornata, senza sapere dove si era diretti. [...] Normalmente si finiva per bere e cantare un sacco di canzoni. [...] Così abbiamo usato questo spunnto come base per la canzone e per il film", disse McCartney a Barry Miles.

Nel corso del volo di ritorno in patria, Paul abbozzò uno spunto approssimativo della canzone, basato sul concetto da "imbonitore" che da un lato gli era stato ispirato dall'altro ricordo d'infanzia del circo, che lo affascinava con le sue stranezze ("la donna barbuta, la pecora con cinque gambe", raccontò sempre a Miles), dall'altro era una costante della produzione di Lennon/McCartney: confrontare i "Roll up" di Magical Mystery Tour con gli analoghi inviti di Doctor Robert o Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band.

Portata in studio in forma ancora embrionale quando l'album Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band era stato appena concluso e non ancora pubblicato, fu completata in fretta e, a quanto pare, con l'attiva collaborazione di tutti e 4 i Beatles. Tonalmente ambigua, la canzone si apre con un'introduzione di 6 battute in Mi Maggiore, prima di passare a una strofa di 16 battute composta da 4 ripetizioni della stessa frase di 4 battute. Questa soluzione è atipica per McCartney e sembra suggerire la mano di Lennon o la composizione in studio; d'altra parte, l'imprevisto Sol Maggiore della terza battuta sembra un tipico tratto della disinvoltura armonica di Paul.

Il ritornello, che comporta anche una brusca variazione di tempo, modula alla tonalità di Re Maggiore (anticipata in qualche modo dal Sol Maggiore presente nella strofa). A complicare ulteriormente le cose, dopo una ripetizione, segue uno strano bridge strumentale di 10 battute di nuovo in Mi Maggiore, complesso armonicamente e caratterizzato da insistiti ritmi interni, a sua volta seguito da un'ultima strofa eseguita a tempo inferiore. Due ritornelli finali e una coda che riprende il tono dell'intermezzo strumentale chiudono questo efficace brano d'atmosfera.

La session per le sovraincisioni di fiati fu così disorganizzata che uno dei musicisti, spazientito, scrisse di proprio pugno un'idea per l'arrangiamento che, rapidamente sviluppata da McCartney e George Martin, divenne quella definitiva.

Nonostante ciò, il pezzo è musicalmente valido e adatto allo scopo, e può reggere il confronto, in termini di creatività ed efficacia, con l'analogamente funzionale apertura che Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band fornisce all'omonimo album. Meno riuscita è la parte testuale: mentre Sgt. Pepper's suscita una transgenerazionale simpatia, Magical Mystery Tour, nonostante il doppio livello di lettura, risulta deludente ad entrambi i propri target.

Come argomentò McCartney, l'aggettivo "magico" fu aggiunto al viaggio del mistero per creare l'impressione di qualcosa di più surreale, mentre i riferimenti a "take you away", "dying to take you" e il viaggio in generale sarebbero allusioni alla droga, che permettevano alle "persone ordinarie" (McCartney dixit) di prendere il tour come una semplice ma spensierata gita in autobus. Gli altri avrebbero colto il riferimento ai viaggi a base di LSD.

Il fiasco di Magical Mystery Tour viene solitamente ascritto al film piuttosto che all'EP. Ciò è vero, ma limitante. Magical Mystery Tour mostrò soprattutto che i Beatles non erano infallibili, e la loro capacità di anticipare sempre i tempi sembrò momentaneamente svanita. Anche se in realtà ciò è dovuto al fatto che tra la composizione e la pubblicazione della canzone erano passati 8 mesi (durante i quali le posizioni degli hippies stavano rapidamente cambiando, vedere Revolution 1), la verità è  soprattutto che la generazione che raccoglieva il maggior numero di acquirenti di dischi stava perdendo compattezza, e non accettava più di identificarsi sotto un unico denominatore. Così, per gli hippies radicali, l'intero progetto di Magical Mystery Tour era frivolo, per coloro che ancora vivevano nella Summer Of Love di cattivo gusto, mentre i fans storici non perdonarono ai Beatles la totale assenza di canzoni d'amore.

Queste ed altre critiche sono in larga misura corrette, e si spiegano facilmente con gli abusi di droga da parte dei Beatles (Lennon in particolare era ormai quasi un relitto), e il viaggio in India fu per loro una preziosa occasione di salvezza. Sfortunatamente, altri fattori avrebbero presto destabilizzato la loro unione e compromesso la riuscita dei successivi progetti.

Commenti