devil in her heart

(drapkin)
durata 02:27
la minore dorico

Testo

She's got the devil in her heart
But her eyes they tantalize
She's gonna tear your heart apart
Oh her lips are really thrilling

I'll take my chances
For romance is
So important to me
She'll never hurt me
She won't desert me
She's an angel sent to me

She's got the devil in her heart
No, no, this I can't believe
She's gonna tear your heart apart
No, no nay will she deceive

I can't believe that she'll ever ever go
Not when she hugs and says she loves me so
She'll never hurt 'em
She won't desert me
Listen can't you see

She's got the devil in her heart
Oh, no, no, no, this I can't believe
She's gonna tear your heart apart
No no nay will she deceive

Don't take chances
If your romance is
So important to you
She'll never hurt me
She won't desert me
She's an angel sent to me

She's got the devil in her heart
Oh, no, no, no, no this I can't believe
She's gonna tear your heart apart
No, no nay will she deceive

She's got the devil in her heart
No she's an angel sent to me
She's got the devil in her heart
No she's an angel sent to me

Un diavolo nel suo cuore

Lei ha un diavolo nel suo cuore
Ma i suoi occhi sono ammiccanti
Lei ti spezzerà il cuore
Oh le sue labbra sono così irresistibili

Correrò i miei rischi
Perchè il fascino
È talmente importante per me
Lei non mi ferirà mai
Non mi abbandonerà mai
È un angelo mandato per me

Lei ha un diavolo nel suo cuore
No, no, non posso crederlo
Lei ti spezzerà il cuore
No, no, non fatevi ingannare

Non posso credere che lei se ne andrà mai
Non quando mi abbraccia e mi dice che mi ama
Lei non mi ferirà mai
Non mi abbandonerà mai
Ascoltate, non riuscite a vedere?

Lei ha un diavolo nel suo cuore
No, no, non posso crederlo
Lei ti spezzerà il cuore
No, no, non fatevi ingannare

Non correte rischi
Se il suo fascino
È così importante per voi
Lei non mi ferirà mai
Non mi abandonerà mai
È un angelo mandato per me

Lei ha un diavolo nel suo cuore
No, no, non posso crederlo
Lei ti spezzerà il cuore
No, no, non fatevi ingannare

Lei ha un diavolo nel suo cuore
No, è un angelo mandato per me
Lei ha un diavolo nel suo cuore
No, è un angelo mandato per me

Accordi

[Am7] [D7] [G]

She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
But her eyes they tanta[G]lize
She's gonna tear your heart a[Am7]part [D7]
Oh her lips are really [G]thrilling [G7]

[C]I'll take my chances [Cm]
For romance is
[G]So important to me [G7]
[C]She'll never hurt me
[Cm]She won't desert me [A7]
She's an angel sent to [D7]me

She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
No, no, this I can't be[G]lieve
She's gonna tear your heart a[Am7]part [D7]
No, no nay will she de[G]ceive [G]

[C]I can't believe that she'll [Cm]ever ever go
[G]Not when she hugs and [G7]says she loves me so
[C]She'll never hurt 'em
[Cm]She won't desert me [A7]
Listen can't you [D7]see

She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
Oh, no, no, no, this I can't be[G]lieve
She's gonna tear your heart a[Am7]part [D7]
No no nay will she de[G]ceive [G]

[C]Don't take chances [Cm]
If your romance is
[G]So important to you [G7]
[C]She'll never hurt me [Cm]
She won't desert me [A7]
She's an angel sent to [D7]me

She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
Oh, no, no, no, no this I can't be[G]lieve
She's gonna tear your heart a[Am7]part [D7]
No, no nay will she de[G]ceive

She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
No she's an angel sent to [G]me
She's got the devil in her [Am7]heart [D7]
No she's an angel sent to [G]me [G9]

Registrazione

giovedì 18.07.1963 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-6
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Richard Langham

Mixaggio

martedì 29.10.1963 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 6
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Geoff Emerick

Anomalie

00:25 Breve errore nei cori (probabilmente di John), immediatamente corretto.

02:04 George sta iniziando il suo intervento di chitarra in anticipo. Si interrompe immediatamente e lo esegue correttamente a 2:06.

Review

Devil In His Heart è un altro oscuro pezzo dei primi anni '60 che oggi nessuno ricorderebbe se non fosse stato bizzarramente scelto dai Beatles per l'inclusione nel loro secondo album, With The Beatles. Scritta da Richard Drapkin, un compositore la cui minima notorietà è legata unicamente a questo brano, giunse all'orecchio dei Beatles nell'interpretazione delle Donays, che i Beatles scovarono nel fornitissimo negozio di dischi di proprietà di Brian Epstein.

I Beatles erano sempre a caccia di rarità provenienti da oltreoceano, e in quest'ottica, il fatto che Devil In His Heart fosse passata del tutto inosservata ai due lati dell'Atlantico (così come la breve carriera delle loro interpreti) non era affatto un problema, tanto che essi la inclusero nella scaletta dei propri concerti.

Affidata ad Harrison, la versione dei Beatles è molto piacevole, e deve gran parte della propria riuscita alla caricaturale ingenuità dell'esecuzione vocale di George. I Beatles riproducono molto fedelmente l'arrangiamento vocale delle Donays, sostituendo invece il frequente staccato della versione originale con un andamento più fluido, che risulta nell'insieme più convincente e pone maggiormente in risalto la scherzosa struttura in stop time. Il testo infatti, insieme adolescenziale e ironico, diventa palesemente una burla nel passaggio da un'interprete femminile ad uno maschile.

Dalle testimonianze di tutte le persone coinvolte, la selezione delle cover dei primi due album dei Beatles sembra relativamente poco meditata; alcune scelte ricorrenti (A Taste Of Honey/Till There Was You, Chains/Devil In Her Heart, Twist And Shout/Money) sembrano però voler creare un cliché per ognuno dei tre Beatles cantanti. John il rocker, McCartney l'interprete di standard (Paul eseguiva anche Besame Mucho, che i Beatles suonarono anche nel corso del loro primo provino alla EMI), George, il più giovane del gruppo, il cantante di brani per teenager.

È dunque probabile che ci fosse un'intenzionalità in questo senso, che anticipa l'arrivo del successo per i Beatles. Di lì a poco però, con la crescente importanza di McCartney come autore e interprete (vedere Can't Buy Me Love) e il quasi abbandono delle cover nei propri album, questi stereotipi spariranno in favore di un'immagine pubblica di ogni Beatle più vicina alla relativa personalità.

Commenti