yer blues

(lennon/mccartney)
durata 04:00
mi maggiore

Testo

Yes I'm lonely, wanna die
Yes I'm lonely, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

In the morning, wanna die
In the evening, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

My mother was of the sky
My father was of the earth
But I am of the universe
And you know what it's worth

I'm lonely, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

The eagle picks my eye
The worm he licks my bone
I feel so suicidal
Just like Dylan's Mr. Jones

Lonely, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

The black cloud crossed my mind
Blue mist round my soul
Feel so suicidal
Even hate my rock and roll

Wanna die, yeah, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

Yes I'm lonely, wanna die
Yes I'm lonely, wanna die
If I ain't dead already
Ooh, girl you know the reason why

Il tuo blues

Sì sono solo voglio morire
Sì sono solo voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè

Di mattina voglio morire
Di sera voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè

Mia madre era del cielo
mio padre era della terra
Ma io sono dell'universo
E tu sai cos'è che vale

Sono solo voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè

L'aquila mi becca l'occhio
Il verme mi lecca l'osso
Mi sento così suicida
Proprio come il Mr. Jones di Dylan

Solo voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè

Nuvole nere mi attraversavano la mente
Foschia blu intorno alla mia anima
Mi sento così suicida
Odio persino il rock and roll

Voglio morire sì voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè


Sono solo voglio morire
Sono solo voglio morire
Se non sono già morto
Oh ragazza tu sai il perchè

Accordi

Yes I'm [E]lonely, wanna die
Yes I'm [A7]lonely, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

In the [E]morning, wanna die
In the [A7]evening, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

My mother was of the sky
My father was of the earth
But I am of the universe
And [E]you know what it's worth

I'm lo[A]nely, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

The eagle picks my eye
The worm he licks my bone
I feel so suicidal
Just like [E]Dylan's Mr. Jones

[A]Lonely, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

The black cloud crossed my mind
Blue mist round my soul
Feel so suicidal
Even [E]hate my rock and roll

Wanna [A]die, yeah, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

Solo [E] [A] [E] [G] [B7] [E] [A] [E/B] [B7]
[E] [A] [E] [G] [B7]

Yes I'm [E]lonely, wanna die
Yes I'm [A7]lonely, wanna [E]die
If I ain't [G]dead already
[B7]Ooh, girl you know the reason [E]why [A] [E/B] [B7]

Registrazione

martedì 13.08.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-4 + riduzione 6 nei nastri 15-16 + riduzione 14 nel 17 + montaggio 16 e 17
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
base ritmica in formazione 2 chitarre, basso e batteria + sovraincisione voce

mercoledì 14.08.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: risultato del montaggio nastri 16 e 17
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione altra voce John

martedì 20.08.1968 @ Abbey Road Studio 3
nastri: frammento non numerato
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
conteggio iniziale di Ringo, subito montato sul remix 3 effettuato il 14 agosto

Mixaggio

mercoledì 14.08.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: risultato del montaggio nastri 16 e 17
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix 1-4

lunedì 14.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: risultato del montaggio nastri 16 e 17 + frammento non numerato
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix 1-5

Review

La storpiatura del titolo (il gregale yer in luogo del consueto your) di Yer Blues aveva il principale intento di conferire al brano un tratto parodistico che possa contrastare il drammatico testo, che contiene i versi più drastici dell'intero catalogo dei Beatles, arrivando ad invocare la morte come liberazione per la propria sofferenza e solitudine.

Come Lennon in seguito ammise, la canzone è in effetti sincera, e documenta l'inquieto stato d'animo dell'autore durante il soggiorno a Rishikesh, nel corso del quale Yer Blues fu composta. Le meditazioni in India avevano infatti l'effetto collaterale di mettere i partecipanti al corso di fronte ai propri demoni e alle proprie insicurezze: una condizione che fece quasi uscire di senno Prudence Farrow (vedere Dear Prudence) e lo stesso John: oltre a Yer Blues, vedere anche la meno radicale, ma altrettanto autenticamente tormentata I'm So Tired (in entrambe l'autore si rivolge a Yoko Ono).

Anche se per certi versi la canzone anticipa toni e argomenti del periodo Primal Scream che caratterizzerà gli esordi della carriera solista di Lennon, il linguaggio qui utilizzato è atipico sia rispetto alla sua produzione precedente, sia a quella successiva. Oltre al ricorrente "wanna die" (voglio morire), particolarmente cruda è anche l'immagine dell'aquila che becca l'occhio e del verme che lecca le ossa; di diversa natura, ma altrettanto inusuali sono anche i riferimenti cosmologici e il cenno a una canzone di un altro autore (Ballad Of Thin Man di Bob Dylan).

Registrata nella saletta accanto allo studio 2 (una piccola stanza che fungeva da deposito, non ottimizzata acusticamente), Yer Blues riportò i Beatles alle ridotte dimensioni dei palcoscenici dei loro esordi, e li costrinse a suonare letteralmente gomito a gomito.

Stimolati da questa situazione ormai rara (ben pochi brani del White Album sono autentiche performance di gruppo) suggerita involontariamente da Ken Scott, i Beatles eseguirono la canzone interamente dal vivo, con una performance notevole, piacevolmente "sporcata" da occasionali rumori che rendono l'atmosfera simile a un'esecuzione live (per enfatizzare l'effetto, venne aggiunto in seguito anche un conteggio iniziale di Ringo).

Il nastro finale è il risultato del montaggio di due diverse versioni (l'intervento di edizione si trova a 3:16 dall'inizio del brano) e contiene una ulteriore parte vocale di Lennon. Nel contesto di una esecuzione vocale eccellente, il momento più intrigante dell'intero brano è probabilmente la strofa eseguita a microfono spento.

Nel dicembre '68, pochi giorni dopo l'uscita del White Album, in occasione di un evento organizzato dai Rolling Stones, il Rolling Stones Rock And Roll Circus, Lennon suonò la canzone insieme a Eric Clapton, Keith Richards al basso e Mitch Mitchell, batterista di Jimi Hendrix (la band fu accredita come Dirty Mac). Può darsi che l'entusiasmo provato durante l'esecuzione (documentata dal DVD dell'intero concerto, uscito nel 1996), abbia incoraggiato Lennon ad accettare il progetto di McCartney di un nuovo album registrato dal vivo, fallito come Get Back e riesumato nel 1970 come Let It Be.

Commenti