savoy truffle

(harrison)
durata 02:54
mi maggiore/mi minore

Testo

Creme tangerine and montelimar
A ginger sling with a pineapple heart
A coffee dessert yes you know it's good news
But you'll have to have them all pulled out
After the Savoy truffle

Cool cherry cream and a nice apple tart
I feel you taste all the time we're apart
Coconut fudge really blows down those blues
But you'll have to have them all pulled out
After the Savoy truffle

You might not feel it now
But when the pain cuts through you're gonna know and how
The sweat is gonna fill you head
When it becomes too much, you'll shout aloud

But you'll have to have them all pulled out
After the Savoy truffle

You know that what you eat you are
But what is sweet now turns so sour
We all know ob-bla-di-bla-da
But can you show me where you are

Creme tangerine and montelimar
A ginger sling with a pineapple heart
A coffee dessert yes you know it's good news
But you'll have to have them all pulled out
After the Savoy truffle
Yes, you'll have to have them all pulled out
After the Savoy truffle

Tartufo Savoy

Mandarino di crema e montelimar
Ripieno al ginger con un cuore di ananas
Un dolce al caffè, sì sai è "buone notizie"
Ma te li dovrai far togliere tutti
Dopo il tartufo savoy

Crema di ciliegie fresche e ottima crostata di mele
Sento il tuo sapore per tutto il tempo che siamo lontani
Il cocco caramellato fa davvero passare la depressione
Ma te li dovrai far togliere tutti
Dopo il tartufo savoy

Potresti non sentirlo ora
Ma quando il dolore ti trafiggerà te ne accorgerai eccome
Il sudore scorrerà sulla tua fronte
Quando diventerà troppo urlerai forte

Ma te li dovrai far togliere tutti
Dopo il tartufo savoy

Tu sai di essere quello che mangi
Ma ciò che è dolce ora diventa così aspro
Conosciamo tutti Ob-la-dì-bla-dà
Ma puoi farmi vedere dove sei?

Mandarino di crema e montelimar
Ripieno al ginger con un cuore di ananas
Un dolce al caffè, sì sai è "buone notizie"
Ma te li dovrai far togliere tutti
Dopo il tartufo savoy
Sì te li dovrai far togliere tutti
Dopo il tartufo savoy

Accordi

[E7]

Creme tangerine and montelimar [F#]
A ginger sling with a pineapple [A]heart
[G] A coffee dessert yes you know it's good [B]news
But you'll [Em]have to have them [C/E]all pulled [Em6]out
After the [C/E]Savoy truf[C]fle [G] [E7]

Cool cherry cream and a nice apple tart [F#]
I feel you taste all the time we're [A]apart
[G] Coconut fudge really blows down those [B]blues
But you'll [Em]have to have them [C/E]all pulled [Em6]out
After the [C/E]Savoy truf[C]fle [G]

[Em]You might not feel it now[A]
But when the [Asus4]pain cuts [A]through you're gonna [G]know and [B]how
The [Em]sweat is gonna fill you [A]head
When it be[Asus4]comes too [A]much, you'll [G]shout [B]aloud

Solo [E7] [F#] [A] [G] [B]

But you'll [Em]have to have them [C/E]all pulled [Em6]out
After the [C/E]Savoy truf[C]fle [G]

[Em]You know that what you eat you [A]are
But what is [Asus]sweet [A]now turns [G]so [B]sour
We [Em]all know ob-bla-di-bla-[A]da
But can you [Asus4]show [A]me where [G]you [B]are

[E7]Creme tangerine and montelimar [F#]
A ginger sling with a pineapple [A]heart
[G] A coffee dessert yes you know it's good [B]news
But you'll [Em]have to have them [C/E]all pulled [Em6]out
After the [C/E]Savoy truf[C]fle [G] [E7]
Yes, you'll [Em]have to have them [C/E]all pulled [Em6]out
After the [C/E]Savoy truf[C]fle [G]

Registrazione

giovedì 03.10.1968 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Barry Sheffield
base ritmica

sabato 05.10.1968 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Barry Sheffield
sovraincisione voce solista

venerdì 11.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione fiati

lunedì 14.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione seconda chitarra, percussioni e organo; fu l'ultima seduta di registrazione per l'album

Mixaggio

lunedì 14.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix mono 1-6; remix stereo 1-2

Review

Savoy Truffle celebra l'ossessione di Eric Clapton per i cioccolatini, una passione che gli stava costando diverse carie e conseguenti interventi odontoiatrici. In particolare, il grande chitarrista amico di Harrison era noto per non saper resistere ai cioccolatini Good News della Mackinthosh, storico marchio inglese di cioccolata rilevato nel 1988 da Nestlè.

Harrison raccontò più volte in seguito, con persistente divertimento, che la canzone era nata proprio dopo il racconto delle vicissitudini dentistiche occorse a Clapton, e che il testo, concepito come una bonaria tortura per l'amico, era preso quasi per intero dai veri nomi dei cioccolatini di cui sopra, con la sola aggiunta di Cherry Cream e Coconut Fudge. Per il bridge, Derek Taylor venne in aiuto a George, parlandogli del film You Are What You Eat, un successo hippy del 1968, mentre trova posto anche un riferimento a Obladi Oblada, che fa di Savoy Truffle la seconda canzone del White Album (la prima è Glass Onion) a citare un altro brano dei Beatles.

Solitamente molto ben recensita ed addirittura ripresa da Ella Fitzgerald per un suo singolo del 1969, Savoy Truffle è, da un punto di vista armonico, una tipica creazione musicale del suo autore. La strofa di 12 battute presenta una progressione disinvoltamente anticonvenzionale, costituita di soli accordi maggiori. Il ritornello vira rapidamente alla relativa minore per la minima durata di 4 battute. Il bridge di 8 battute mescola entrambe le sezioni con una naturalezza che ricorda l'analogamente sorprendente introduzione di Here, There And Everywhere.

Ottimamente suonata (in assenza di Lennon), e con George che assolve a tutte le parti vocali, Savoy Truffle ha il suo tratto più significativo nell'agitata partitura per sei sassofoni scritta da Chris Thomas, che ancora una volta, come in molte sedute del White Album, sostituiva George Martin. Per qualche motivo, Harrison, scusandosi con i turnisti "per quello che ho fatto ai vostri bellissimi suoni", chiese a Brian Gibson di applicare ai fiati una forte distorsione, che riteneva più adatta alla sonorità che aveva in mente.

Evitando la seriosità tipica di molti lavori di Harrison, Savoy Truffle è una spensierata canzone cui faranno in seguito buona compagnia numerosi brani incisi da George come solista. In questo senso, la collocazione dopo la leggera Honey Pie di McCartney, è una buona scelta di sequenza, che regala l'ultimo sorriso dell'album prima delle cupe Cry Baby Cry e Revolution 9 e del malinconico finale di Good Night.

Commenti