martha my dear

(lennon/mccartney)
durata 02:28
mib maggiore/re minore nella sezione a contrasto

Testo

Martha my dear
Though I spend my days in conversation
Please remember me
Martha my love
Don't forget me
Martha my dear

Hold you head up you silly girl
Look what you've done
When you find yourself in the thick of it
Help yourself to a bit of what is all around you
Silly girl

Take a good look around you
Take a good look you're bound to see
That you and me were meant to be
For each other
Silly girl

Hold your hand out you silly girl
See what you've done
When you find yourself in the thick of it
Help yourself to a bit of what is all around you
Silly girl

Martha my dear
You have always been my inspiration
Please remember me
Martha my love
Don't forget me
Martha my dear

Marta mia cara

Marta, mia cara
Anche se passo i giorni a parlare
Per favore ricordami
Marta, amore mio
Non dimenticarmi
Marta, mia cara

Tieni su la testa, sciocchina
Guarda cos'hai fatto
Quando ti ci trovi dentro fino al collo
Prenditi un pò di quello che hai intorno
Sciocchina

Guardati bene intorno
Guardati bene intorno e non potrai che vedere
Che tu e io siamo fatti
L'uno per l'altra
Sciocchina

Porgi la mano, sciocchina
Guarda cos'hai fatto
Quando ti ci trovi dentro fino al collo
Prenditi un pò di quello che hai intorno
Sciocchina

Marta, mia cara
Sei sempre stata la mia ispirazione,
Per favore, ricordati di me
Marta, amore mio
Non dimenticarmi
Marta, mia cara

Accordi

[Eb] [D] [Gm] [Cm/F] [C7] [F] [Bb] [Ab9] [Bb7] [Abmaj7] [Bb] [Bb7]

[Eb]Martha my dear
Though I [D]spend my [Gm]days in [Gm/F]conver[C7]sation
[F]Please remember [Bb]me
[Ab9]Martha my [Bb7]love
[Ab]Don't forget [Bb7]me
[Ab]Martha my [Bb]dear

[Dm7]Hold you head up you [Gm9]silly girl
[F]Look what you've done
When you [Csus4]find yourself in the [C]thick of it
[Csus4]Help yourself to a [C]bit of what is [A7]all around [Dm7]you
Silly [Gm9]girl

Take a [Dm7]good look a[G7]round you
Take a [Dm7]good look you're [G9]bound to see
That [Bbmaj7/C]you and me were [Bbmaj7]meant to be
For each [Dm7]other
Silly [Gm9]girl

[Eb] [D] [Gm] [Cm/F] [C7] [F] [Bb] [Ab9] [Bb7] [Abmaj7] [Bb] [Bb7]

[Dm7]Hold you head up you [Gm9]silly girl
[F]Look what you've done
When you [Csus4]find yourself in the [C]thick of it
[Csus4]Help yourself to a [C]bit of what is [A7]all around [Dm7]you
Silly [Gm9]girl

[Eb]Martha my dear
You have [D]always [Gm]been my i[Gm/F]nspir[C7]ation
[F]Please remember [Bb]me
[Ab9]Martha my [Bb7]love
[Ab]Don't forget [Bb7]me
[Ab]Martha my [Bb]dear [Eb]

Registrazione

venerdì 04.10.1968 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Barry Sheffield
voce, pianoforte, batteria, battimani (tutto dal solo Paul) + sovraincisione archi e fiati

sabato 05.10.1968 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Barry Sheffield
sovraincisione basso e chitarra, tutto Paul

Mixaggio

sabato 05.10.1968 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Barry Sheffield
remix 1 mono e remix 1 stereo

lunedì 07.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Mike Sheady
copie dei remix effettuati il sabato precedente al Trident, equalizzati col sistema CCIR

Review

La più eminente canzone pianistica dei Beatles è un pezzo di McCartney, deliberatamente scritto da Paul per spingersi ai limiti delle sue capacità con questo strumento. Lo stesso autore dichiarò a Barry Miles: "è piuttosto difficile per me, un pezzo a due mani, come un piccolo studio. Ricordo che alcuni si sorpresero che fossi io a suonarlo perchè era decisamente più complesso delle cose che eseguivo di solito".

Martha My Dear si apre nell'infrequente (ma tipicamente pianistica) tonalità di Mib Maggiore, e presenta una lunga introduzione che è solo il primo di una serie di interventi strumentali insolitamente lunghi e numerosi. Dopo una strofa cantata (che utilizza gli stessi accordi e lo stesso accompagnamento dell'introduzione), il pezzo vira alla chiave di Fa Maggiore: un salto di tonalità non estremo, ma reso più evidente dal brusco cambio di atmosfera. Entrambe le sezioni hanno un andamento charleston, e accordi ricchi di jazzistici abbellimenti.

Mentre la musica è indubbiamente ingegnosa, il testo è tra i meno riusciti della produzione di McCartney per i Beatles. Il titolo è preso dal nome del cane di McCartney, una femmina di bobtail che Paul aveva acquistato nel '65 e che fu il suo primo animale domestico ("era adorabile", disse di lei. Un discendente di Martha apparirà sulla copertina dell'album Paul Is Live del 1993).

Molti hanno ipotizzato che la canzone fosse un amaro commento alla fine della relazione con Jane Asher, che McCartney avrebbe dovuto sposare nel 1968. Il verso "you have always been my inspiration" sembrerebbe avvalorare questa tesi, ma Paul ha dichiarato che il testo "venne da solo", e che per certi passaggi poteva rivolgersi anche a se stesso e/o direttamente alla propria ispirazione.

Registrata - senza che ce ne fosse alcun motivo - dal solo McCartney, quasi interamente in una lunga notte di ottobre ai Trident Studios di Soho, Martha My Dear presenta una strumentazione che va e viene, con i vari strumenti che si alternano nell'accompagnare il pianoforte che domina tutta la canzone. Un'orchestra di 14 elementi, arrangiata da George Martin su indicazione dell'autore, venne incisa lo stesso giorno in cui Paul registrò in solitudine l'intera traccia di base, voce esclusa (che aggiunse quella stessa sera, insieme ai battimani, dopo che l'orchestra se ne andò), segno che egli aveva le idee molto chiare su come voleva che la canzone fosse eseguita.

All'ascolto, Martha My Dear risulta priva dell'immediatezza tipica delle migliori composizioni di McCartney, e i continui cambi d'atmosfera suonano più artificiosi che sorprendenti: una sorta di anticipazione di molti suoi lavori da solista. Tuttavia, con la sua pettinata precisione, è un pezzo scorrevole, che mette di buon umore: una qualità che non tutti i riempitivi del White Album possiedono.

Commenti