glass onion

(lennon/mccartney)
durata 02:17
do maggiore

Testo

I told you about strawberry fields
You know the place where nothing is real
Well here's another place you can go
Where everything flows
Looking through the bent backed tulips
To see how the other half live
Looking through a glass onion

I told you about the walrus and me, man
You know that we're as close as can be, man
Well here's another clue for you all
The walrus was Paul
Standing on the cast iron shore, yeah
Lady Madonna trying to make ends meet, yeah
Looking through a glass onion

Oh yeah, oh yeah, oh yeah
Looking through a glass onion

I told you about the fool on the hill
I tell you man he's living there still
Well here's another place you can be
Listen to me
Fixing a hole in the ocean
Tryin' to make a dovetail joint, yeah
Looking through a glass onion

Cipolla di vetro

Ti ho narrato di campi di fragole
Sai il posto dove niente è reale
Bene, ecco un altro posto dove puoi andare
Dove tutto fluisce
Guardando attraverso i tulipani dallo stelo ricurvo
Per vedere come vive l'altra metà
Guardando attraverso una cipolla di vetro

Ti ho narrato di me e del tricheco, amico
Sai che non possiamo essere più vicini di così, amico
Bene ecco un altro indizio per tutti voi
Il tricheco era Paul
In piedi sulla spiaggia di ghisa, sì
Lady Madonna che cerca di sbarcare il lunario, sì
Guardando attraverso una cipolla di vetro

Oh sì, oh sì, oh sì
Guardando attraverso una cipolla di vetro

Ti ho raccontato dello scemo sulla collina
Credimi amico vive ancora lì
Bene, ecco un altro posto dove puoi stare
Ascoltami
Riparando un buco nell'oceano
Cercando di fare un incastro a coda di rondine, sì
Guardando attraverso una cipolla di vetro

Accordi

[Am]I told you about [F7]strawberry fields
[Am]You know the place where [F7]nothing is real
[Am]Well here's another [Gm7]place you can go [C]
Where [Gm7]everything flows [C]
[F7]Looking through the bent backed [D7]tulips
To [F7]see how the other half [D7]live
[F7]Looking through a glass o[G]nion

[Am]I told you about the [F7]walrus and me, man
[Am]You know that we're as [F7]close as can be, man
[Am]Well here's another [Gm7]clue for you all [C]
The [Gm7]walrus was Paul [C]
[F7]Standing on the cast iron [D7]shore, yeah
[F7]Lady Madonna trying to [D7]make ends meet, yeah
[F7]Looking through a glass o[G]nion [Am]

Oh yeah[F/A], oh [D/A]yeah, oh [Am7]yeah
[F7]Looking through a glass o[G]nion

[Am]I told you about the [F7]fool on the hill
[Am]I tell you man he's l[F7]iving there still
[Am]Well here's another [Gm7]place you can be [C]
[Gm7]Listen to me [C]
[F7]Fixing a hole in the [D7]ocean
[F7]Tryin' to make a dovetail [D7]joint, yeah
[F7]Looking through a glass o[G]nion [F7] [D7]

Registrazione

mercoledì 11.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-34
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
base ritmica

giovedì 12.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione voce e tamburello

venerdì 13.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione batteria e piano

lunedì 16.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione flauto

giovedì 26.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: senza numero
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
effetti sonori, poi scartati

giovedì 10.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
sovraincisione archi

Mixaggio

giovedì 26.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
mix: mono
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix 1-2, provvisori

giovedì 10.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 33
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix stereo 1-2 e mono 10-11 (non esistono i mix mono 3-9)

Review

La risposta di John Lennon a quanti cercavano significati nascosti nelle canzoni dei Beatles, ascoltando i dischi al contrario e guardando le loro copertine allo specchio è contenuta nei poco più di 2 minuti di Glass Onion.

Il titolo nello slang inglese può indicare il monocolo, ma è probabile che Lennon volesse intenderlo in senso letterale, alludendo così alla trasparenza del vetro e contemporaneamente ai livelli concentrici della cipolla. Oppure era semplicemente attratto dal suono della parola, se è vero che da tempo si baloccava con questo titolo e cercava di scriverci attorno una canzone.

Glass Onion contiene espliciti riferimenti a 5 canzoni dei Beatles: Strawberry Fields Forever, The Fool On The Hill, Fixing a Hole, I Am The Walrus e Lady Madonna. L'inserimento di queste ultime due è particolarmente succoso, perchè Lady Madonna contiene a sua volta un rimando a I Am The Walrus, che d'altra parte cita la protagonista di Lucy In The Sky With Diamonds.

Qui a seguito verranno spiegate tutte le immagini che caratterizzano il testo, ma l'attenzione degli ascoltatori si concentrò principalmente sul verso "the walrus was Paul". Preceduta da un equivoco "here's another clue for you all", esso venne interpretato come una conferma della leggenda metropolitana secondo cui Paul McCartney era morto e stato sostituito con un sosia (il poliziotto canadese William Campbell).

Lennon dette a riguardo due diverse spiegazioni, e una è fornita dal film Magical Mystery Tour. In una prima intervista, John disse che era "per dire qualcosa di carino verso Paul, e rendergli merito per aver tenuto insieme il gruppo dopo la scomparsa di Brian Epstein". Più tardi disse che "era un modo per dirgli che stavo lasciando il gruppo. Un modo perverso per dirgli, eccolo, è tuo".

Queste spiegazioni potrebbero però essere retroattive: come egli stesso rivelò fu Paul, durante le riprese di Magical Mystery Tour ad indossare il costume da tricheco in quello che divenne il video di I Am The Walrus. Il costume era stato pensato per John, ma poichè stava meglio a Paul, fu quest'ultimo a vestirlo. Questa potrebbe essere la vera origine del verso in questione.

I tulipani dallo stelo ricurvo erano una caratteristica del ristorante alla moda Parkes, in cui ogni tanto si recavano i Beatles. Qui solevano adornare i tavoli con tulipani cui venivano rivoltati i petali. In questo modo si vedeva il lato solitamente nascosto dei petali stessi, e anche l'interno del fiore, il che spiega il resto del verso, e potrebbe anche essere una metafora dell'altra metà della società, quella che non poteva permettersi di pranzare da Parkes.

La spiaggia di ghisa è invece una località esistente (sebbene oggi profondamente differente), nei pressi di Liverpool, una spiaggia sulle rive del Mersey così chiamata per la presenza degli scarti e dei rottami di una fonderia. L'incastro a coda di rondine è una tecnica ampiamente utilizzata in falegnameria (ad esempio per incastrare il fronte di un cassetto coi suoi delimitatori laterali), che fu maliziosamente inserito da Lennon per la presenza della parola "joint" (spinello).

Con la risposta di flauto dopo il verso su The Fool On The Hill che costituisce l'elemento più geniale di un arrangiamento eccellente, Glass Onion è uno dei pochi pezzi del White Album a fare ricorso a ciò che fino all'anno precedente era una pratica abituale dei Beatles: un'esecuzione ingegnosa, curata, e convincente. Mentre molti pezzi dell'album sembrano abbozzati e incisi svogliatamente, questa bizzarra canzone di Lennon beneficia di una registrazione che ne eleva in modo significativo la qualità finale; benchè resti un riempitivo, lo è in un modo originale e piacevole, che lo colloca tra i migliori brani minori del gruppo.

Commenti