everybody's got something to hide except for me and my monkey

(lennon/mccartney)
durata 02:24
mi maggiore

Testo

Come on, come on, come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on take it easy
Come on take it easy
Take it easy
Take is easy
Everybody's got something to hide except for me and my monkey

The deeper you go
The higher you fly
The higher you fly
The deeper you go

So come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on make it easy
Come on make it easy
Take it easy
Take is easy
Everybody's got something to hide except for me and my monkey

Your inside is out
And your outside is in
Your outside is in
And your inside is out

So come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on make it easy
Come on make it easy
Make it easy
Make it easy
Everybody's got something to hide except for me and my monkey
Come on, come on, come on, come on...

Tutti hanno qualcosa da nascondere tranne me e la mia scimmia

Dài dài dài dài
Dài è una tale gioia
Dài è una tale gioia
Dài prendila con calma
Dài prendila con calma
Prendila con calma 
Prendila con calma
Tutti hanno qualcosa da nascondere tranne me e la mia scimmia

Più vai nel profondo
Più in alto voli
Più in alto voli
Più vai nel profondo

Allora dài dài
Dài è una tale gioia
Dài è una tale gioia
Dài fallo con calma
Dài fallo con calma
Prendila con calma 
Prendila con calma
Tutti hanno qualcosa da nascondere tranne me e la mia scimmia

Il tuo dentro è fuori
E il tuo fuori è dentro
Il tuo fuori è dentro
E il tuo dentro è fuori

Allora dài dài
Dài è una tale gioia
Dài è una tale gioia
Dài fallo con calma
Dài fallo con calma
Fallo con calma
Fallo con calma
Tutti hanno qualcosa da nascondere tranne me e la mia scimmia.
Dài dài dài dài...

Accordi

[E]

Come on, come on, come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on take it easy
Come on take it easy
Take it [A]easy
Take is [D]easy
Every[B7]body's got something to hide except for me and my monkey

[E] [D] [G] [E] [D] [G]

The [E]deeper you go
The higher you fly
The higher you fly
The deeper you go

So come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on make it easy
Come on make it easy
Take it [A]easy
Take is [D]easy
Every[B7]body's got something to hide except for me and my monkey

[E] [D] [G] [E] [D] [G]

Your [E]inside is out
And your outside is in
Your outside is in
And your inside is out

So come on, come on
Come on is such a joy
Come on is such a joy
Come on make it easy
Come on make it easy
Make it [A]easy
Make is [D]easy
Every[B7]body's got something to hide except for me and my monkey [E]
Come on, come on, come on, come on...

Registrazione

mercoledì 26.06.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: non numerati
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
soltanto prove

giovedì 27.06.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-6 + riduzione 6 nei nastri 7-8 + sovraincisioni sul nastro 8
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
base ritmica + riduzione con accelerazione + sovraincisione campane e percussioni

lunedì 01.07.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 8 ridotto nei nastri 9-10 + sovraincisione sul 10
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione basso + voce solista

martedì 23.07.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 10 + riduzione in 11 e 12 + sovraincisione sul 12
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
rifacimento voce solista + sovraincisione cori e battimani

Mixaggio

martedì 23.07.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 12
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Richard Lush
remix 1-5

sabato 12.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 12
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Norman Smith
stereo: remix 1; mono: remix 1. la numerazione del remix mono è inesatta, il remix 1 esisteva già

Review

La canzone dei Beatles dal titolo più lungo è un mediocre brano rock and roll scritto, come il titolo lascia supporre, da John Lennon. Concepita come un brano acustico a metà strada tra I've Just A Seen Face e Give Peace A Chance, finì per acquisire una strumentazione elettrica e un'esecuzione eccitata che riescono in parte a mascherare la poca ispirazione.

Come Lennon stesso rivelò, la canzone parla di lui e Yoko: loro sembravano pazzi agli altri, ma gli altri sembravano pazzi a loro. "Tutti erano tesi, si chiedevano, perchè è con lui durante la registrazione? Cosa ci fa con lui? Tutta questa specie di pazzia intorno a noi, solo perchè volevamo stare sempre insieme".

Anche se molti non risparmiarono battute pesanti sull'avvenenza di Yoko, rimaneva da capire come mai John l'avesse chiamata "la sua scimmia". Prendendo spunto dall'espressione "avere la scimmia, andare in scimmia", che in inglese (ma in certi slang, anche in italiano) indica un desiderio incontrollabile (nell'ambiente jazz, di eroina), parecchi vollero credere che la canzone si riferisse a questa sostanza, che John e Yoko avevano da poco iniziato ad assumere.

Chi sostiene questa tesi, solitamente la argomenta citando il verso "the deeper you go, the higher you fly", come inequivocabile conferma. Tuttavia, questo verso non sarebbe fuori luogo in nessuno dei brani dei Beatles dei 18 mesi precedenti, e The Inner Light di Harrison esprime concetti molto simili.

In realtà, l'ispirazione per Everybody's Got Something to Hide Except For Me And My Monkey potrebbe essere la stessa che ha originato Why Don't We Do It In The Road di McCartney. Paul comunque, che apprezzava il brano in questione, credeva alla tesi dell'eroina, accettando il verso sopraccitato come un'esplicita ammissione, che contrastava con "le allusioni piuttosto vaghe alla marijuana o all'LSD che avevamo fatto finora. Improvvisamente John si metteva a parlare di fix (vedere Happiness Is A Warm Gun) e monkeys, ed era una terminologia pesante, che il resto di noi non condivideva. [...] Avevamo paura per lui". È superfluo far notare che non sempre parlare di "fix" significava ammettere di prendere eroina: Paul stesso ne era stato ingiustamente accusato a proposito di Fixing A Hole.

Una delle relativamente poche performance di gruppo del White Album, il pezzo fu provato per un giorno, prima di essere velocemente registrato e completato il giorno successivo. Molti critici, nello sbrigare velocemente l'analisi di questo brano, concordano che l'elemento più felice dell'arrangiamento è il campanaccio: mixato molto attentamente, a volume variabile a seconda delle sezioni del brano, e forse accelerato per suonare a tratti come un triangolo, è responsabile del dinamismo dell'esecuzione più delle protuberanti chitarre o delle stranamente poco convincenti urla di Lennon (che ricordano l'altrettanto deludente artificiosità di Dizzy Miss Lizzy). A testimonianza della scarsa rilevanza che il brano rivestiva per lo stesso autore, passò un mese prima che John si decidesse a completarlo, aggiungendo le parti vocali che includono i frenetici "come on" finali.

Commenti