don't pass me by

(starkey)
durata 03:50
do maggiore

Testo

I listen for your footsteps
Coming up the drive
Listen for you footsteps
But they don't arrive
Waiting for you knock, dear
On my old front door
I don't hear it
Does it mean you don't love me anymore?

I hear the clock a'ticking
On the mantel shelf
See the hands a'moving
But I'm by myself
I wonder where you are tonight
And why I'm by myself
I don't see you
Does it mean you don't love me anymore?

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know darling I love only you
You'll never know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my by
Don't make me cry

I'm sorry that I doubted you
I was so unfair
You were in a car crash
And you lost you hair
You said that you would be late
About and hour or two
I said that's all right
I'm waiting here just waiting to hear from you

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know darling I love only you
You'll never know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my by
Don't make me cry

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know darling I love only you
You'll never know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my by
Don't make me cry

Non tagliarmi fuori

Aspetto di sentire i tuoi passi
Risalire il viale
Aspetto di sentire i tuoi passi
Ma non arrivano
Aspetto che tu bussi cara
Alla mia vecchia porta
Non sento niente
Significa che non mi ami più?

Sento l'orologio ticchettare
Sulla mensola del camino
Vedo le mani muoversi
Ma sono da solo
Mi chiedo dove sei stata stanotte
E perchè sono da solo
Non ti vedo
Significa che non mi ami più?

Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere
Non rendermi triste
Perchè tesoro sai che amo solo te
Non saprai mai che mi hai fatto tanto male
Come odio vederti andare
Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere

Mi dispiace di aver dubitato di te
Sono stato così ingiusto
Tu eri in un incidente stradale
E hai perso la testa
Hai detto che avresti tardato
Un'ora o due circa
Ho detto va bene ti aspetto qui
Aspetto solo di avere tue notizie

Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere
Non rendermi triste
Perchè tesoro sai che amo solo te
Non saprai mai che mi hai fatto tanto male
Come odio vederti andare
Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere

Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere
Non rendermi triste
Perchè tesoro sai che amo solo te
Non saprai mai che mi hai fatto tanto male
Come odio vederti andare
Non tagliarmi fuori
Non farmi piangere

Accordi

[C]

I listen for your footsteps
Coming up the drive
[F]Listen for you footsteps
But they don't arrive
[G]Waiting for you knock, dear
On my old front door
I don't [F]hear it
Does it mean you don't love me any[C]more?

I hear the clock a'ticking
On the mantel shelf
[F]See the hands a'moving
But I'm by myself
I[G] wonder where you are tonight
And why I'm by myself
I don't [F]see you
Does it mean you don't love me any[C]more?

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know [F]darling I love only you
You'll never [C]know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my [G]by
Don't make me [F]cry [C]

I'm sorry that I doubted you
I was so unfair
[F]You were in a car crash
And you lost you hair
[G]You said that you would be late
About and hour or two
I said [F]that's all right
I'm waiting here just waiting to hear from [C]you

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know [F]darling I love only you
You'll never [C]know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my [G]by
Don't make me [F]cry [C] [G] [C]

Don't pass me by
Don't make me cry
Don't make me blue
'Cause you know [F]darling I love only you
You'll never [C]know it hurt me so
How I hate to see you go
Don't pass my [G]by
Don't make me [F]cry [C]

[F] [G] [Dm7/C] [C]

Registrazione

mercoledì 05.06.1968 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 1-3, riduzione 3 in 4-5, sovraincisioni sul 5, riduzione 5 nel 6
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
base ritmica piano e batteria + sovraincisione voce (subito cancellata), campane e 2 parti di basso

giovedì 06.06.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5, ridotto nel 7 perchè la precedente riduzione era imperfetta
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
sovraincisione voce raddoppiata di Ringo e rifacimento basso di Paul

venerdì 12.07.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 7
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione violino, pianoforte suonato da Ringo e nuovo basso di Paul

lunedì 22.07.1968 @ Abbey Road Studio 1
nastri: frammenti di montaggio 1-4
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
introduzione di piano

Mixaggio

venerdì 12.07.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 7
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix 1-4

venerdì 11.10.1968 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 7 + frammento di montaggio 4
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: John Smith
remix 1 mono; remix 1 stereo;

Review

Prima di due canzoni firmate da Richard Starkey per i Beatles (l'altra è Octopus's Garden), Don't Pass Me By è un brano dal forte sapore country, enfatizzato da un arrangiamento piacevolmente disorganizzato, che rinuncia alle chitarre in favore di un dondolante accompagnamento di basso e pianoforte, insaporito da un violino in stile bluegrass.

Il pezzo risale almeno al 1964, com'è confermato da un'intervista di quell'anno durante una partecipazione dei Beatles al programma radiofonico Top Gear. Prima che il gruppo eseguisse And I Love Her, il presentatore chiese a Ringo se avesse in programma di scrivere canzoni - Harrison aveva da poco inciso la sua prima composizione, Don't Bother Me, pubblicata su With The Beatles. Starr rispose che in effetti ne aveva scritta una, e McCartney si intromise cantando il ritornello: "Don't pass me by, don't make me cry, don't make me blue...".

Il titolo viene solitamente accreditato di una valenza personale, considerato il costante timore di Ringo, ultimo arrivato nel gruppo, di essere sostituito con un altro batterista. Forse per questo Starr valutò altri titoli prima di scegliere quello definitivo, come testimoniato dai documenti di Abbey Road, che riportano i titoli provvisori di Ringo's Tune e This Is Some Friendly.

Al tempo stesso, il fatto che la canzone non sia stata registrata per almeno 4 anni documenta sia lo scarso interesse dei Beatles per il brano - confermato anche dalla sola presenza di Paul all'incisione - sia l'idea guida di "quantità, non qualità" per il White Album.

La musica si limita ai 3 accordi standard del rock and roll, tonica, sottodominante e dominante, e utilizza strutture inusualmente lunghe sia per la strofa, sia per il ritornello; d'altra parte, entrambe le sezioni utilizzano gli stessi accordi e lo stesso arrangiamento, per cui la sensazione, come in She Said She Said, è quella di un flusso continuo, piuttosto che la classica alternanza tipica della musica pop. Le uniche eccezioni sono nell'apertura e nella chiusura del pezzo, entrambe sgangheratamente improvvisate.

Curiosamente, il violinista dell'incisione, Jack Fallon, aveva già avuto a che fare con i Beatles: nel 1962, quando lavorava anche come impresario, aveva procurato loro le prime date importanti nell'Inghilterra meridionale.

Registrata con la calma tipica del suo autore, Don't Pass Me By contiene due parti di pianoforte, suonate rispettivamente da McCartney e da Starr. L'esecuzione vocale di Ringo è invece raddoppiata tramite ADT, ed è notevolmente accelerata, in particolare nella versione mono, che è addirittura un semitono più veloce di quella stereo - l'accelerazione è ancora più evidente nel momento in cui Ringo si mette tranquillamente a contare durante l'intermezzo strumentale!

Il testo buffamente logorroico non è molto migliore della musica, ma il riferimento all'incidente d'auto fu zelantemente aggiunto ai presunti indizi riferiti alla morte di Paul. Anche il verso "you lost you hair", che in inglese può significare "stare molto in ansia" e che fu forse ispirato da When I'm 64, venne aggiunto al numero. Allegramente insignificante, Don't Pass Me By ha la caratteristica, tipica di molti riempitivi dei Beatles (ma di pochi pezzi del White Album) di mettere di buon umore. Peccato solo per l'eccessiva lunghezza, esasperata dalla mancanza di una sezione a contrasto.

Commenti