sgt. peppers lonely hearts club band (reprise)

(lennon/mccartney)
durata 01:18
fa maggiore (prima ripetizione), sol maggiore (seconda ripetizione)

Testo

We're Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band
We hope you have enjoyed the show
Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band
We're sorry but it's time to go
Sgt. Pepper's Lonely, Sgt. Pepper's Lonely
Sgt. Pepper's Lonely, Sgt. Pepper's Lonely

Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band
We'd like to thank you once again
Sgt. Pepper's one and only Lonely Hearts Club Band
It's getting very near the end
Sgt. Pepper's Lonely, Sgt. Pepper's Lonely
Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band

La banda dei cuori solitari del Sergente Pepe (Ripresa)

Siamo la Banda dei Cuori Solitari del Sergente Pepe
Speriamo che lo show vi sia piaciuto
La Banda dei Cuori Solitari del Sergente Pepe
Siamo spiacenti ma è ora di andare
Sergente Pepe, Sergente Pepe
Sergente Pepe, Sergente Pepe

La Banda dei Cuori Solitari del Sergente Pepe
Vorremmo ringraziarvi ancora una volta
L'unica e sola Banda dei Cuori Solitari del Sergente Pepe
Si sta ormai avvicinando alla fine
Sergente Pepe, Sergente Pepe
La Banda dei Cuori Solitari del Sergente Pepe.

Accordi

[F]

We're Sgt. Pepper's [Ab]Lonely [Bb]Hearts Club [F]Band
We [Bb]hope you have enjoyed the [F]show
We're Sgt. Pepper's [Ab]Lonely [Bb]Hearts Club [F]Band
We're [G]sorry but it's time to [C]go
[Bb]Sgt. Pepper's Lonely, [F]Sgt. Pepper's Lonely
[G]Sgt. Pepper's Lonely, [D]Sgt. Pepper's Lonely

[G]Sgt. Pepper's [Bb]Lonely [C]Hearts Club [G]Band
We'd [C]like to thank you once [G]again
Sgt. Pepper's [Bb]one and only [C]Lonely Hearts Club [G]Band
It's [A]getting very near the [D]end
[C]Sgt. Pepper's Lonely, [G]Sgt. Pepper's Lonely
[A]Sgt. Pepper's Lonely [C]Hearts Club [G]Band

[Bb] [C] [G]

Registrazione

sabato 01.04.1967 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 1-9
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush

Mixaggio

sabato 01.04.1967 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 9
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix 1-9, fu scelto il 9

giovedì 20.04.1967 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 9
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix 1-10, fu scelto il 10

Review

Molta della fama di concept album di Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band è dovuta alla presenza di questi 80 secondi scarsi in coda al disco, che ripresentando il Sergente Pepe nelle vesti di presentatore dell'evento, creano una percezione di continuità che altrimenti verrebbe definitivamente a mancare già dopo le prime due canzoni dell'LP.

Brillante idea di Neil Aspinall, ex road manager e ora assistente del gruppo, fu dapprima sottoposta a Paul, che ne discusse per un po' con John. Più tardi, John andò da Neil e gli disse "A nessuno piacciono i furbetti, Neil..."; "fu allora che seppi che a John piaceva, e l'avrebbero realizzata", disse in seguito Aspinall.

Ultimo brano registrato per l'album, nel corso di una lunga seduta notturna che si chiuse alle 7 di mattina, il Reprise di Sgt. Pepper's è uno dei pezzi rock più elettrizzanti dell'album, oltre a rappresentare una soluzione mai vista finora su un album di musica pop. Per mantenere lo spirito di vera esibizione dal vivo, viene mantenuto il conteggio iniziale di Paul, contrappuntato dal malizioso "bye" di Lennon alla fine del brano. L'eccitazione dell'esecuzione è evidente, così come è chiaro che i Beatles si stanno divertendo e lavorano in un clima di assoluta (e proficua) serenità che presto verrà meno.

Ovviamente, la sostanza è irrilevante, e ciò che conta qui è l'intuizione semantica che dona profondità all'album; cionondimeno, il pezzo è accattivante, con la produzione compressa e l'aggressività ritmica resa inoffensiva dall'assalto vocale di tutti e 4 i Beatles.

Armonicamente, l'elemento più ingegnoso è la soluzione di iniziare il brano in Fa Maggiore, così da poterlo alzare di un tono prima della seconda ripetizione della sezione strofa/ritornello, col duplice risultato di rendere il pezzo più interessante e contemporaneamente di andarsi a congiungere con la tonalità della successiva (e conclusiva) A Day In The Life.

Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band (Reprise) esemplifica al meglio la grandezza dell'album che la ospita: da un lato, è un lavoro così innovativo da essere al di fuori della portata di qualunque altro gruppo, e destinato a cambiare per sempre la percezione di album. D'altro canto, essendo tuttalpiù una mezza canzone, dimostra che la grandezza del Pepper non è soltanto nella sua musica, ma nel suo spirito.

Commenti