getting better

(lennon/mccartney)
durata 02:47
do maggiore

Testo

It's getting better all the time
I used to get mad at my school
The teachers that taught me weren't cool
You're holding me down
Turning me round
Filling me up with the rules

I've got to admit it's getting better
A little better all the time
I have to admit it's getting better
It's getting better since you've been mine

Me used to be angry young man
Me hiding me head in the sand
You gave me the word
I finally heard
I'm doing the best that I can

I've got to admit it's getting better
A little better all the time
I have to admit it's getting better
It's getting better since you've been mine
Getting so much better all the time

It's getting better all the time
Better, better, better
It's getting better all the time
Better, better, better

I used to be cruel to my woman I beat her
And kept her apart from the things that she loved
Man, I was mean but I'm changing my scene
And I'm doing the best that I can

I've got to admit it's getting better
A little better all the time
Yes, admit it's getting better
It's getting better since you've been mine
Getting so much better all the time

It's getting better all the time
Better, better, better
It's getting better all the time
Better, better, better
Getting so much better all the time

Va meglio

Va sempre meglio
Diventavo matto alla mia scuola
I miei insegnanti perdevano la calma
Tu mi opprimi
Mi rigiri
Mi soffochi con le tue regole

Devo ammettere che va meglio
È sempre un pò meglio
Devo ammettere che va meglio
Va meglio da quando sei mia

Ero un giovane arrabbiato
Mi nascondevo la testa nella sabbia
Mi hai indicato la strada
Finalmente ho capito
Sto facendo il meglio che posso

Devo ammettere che va meglio
È sempre un pò meglio
Devo ammettere che va meglio
Va meglio da quando sei mia
Va sempre molto meglio

Va sempre meglio
Meglio, meglio, meglio
Va sempre meglio
Meglio, meglio, meglio

Ero crudele con la mia donna
La picchiavo e la tenevo lontano dalle cose che amava
Amico ero meschino ma sto cambiando vita
E sto facendo il meglio che posso

Ammetto che va meglio
Sempre un pò meglio
Sì ammetto che va meglio
Va meglio da quando sei mia
Va sempre molto meglio

Va sempre meglio
Meglio, meglio, meglio
Va sempre meglio
Meglio, meglio, meglio
Va sempre molto meglio

Accordi

[F]

[C]It's getting better all the [Dm]time
I [C/G]used to get mad at my [Dm/G]school
The [G]teachers that taught me weren't cool
You're holding me down
Turning me round
Filling me up with the rules

I've [C]got to admit it's getting [Dm]better
A little [Em]better all the [F]time
I [C]have to admit it's getting bet[Dm]ter
It's getting [Em]better since [F]you've been mine [G]

Me used to be angry young man
Me hiding me head in the sand
You gave me the word
I finally heard
I'm doing the best that I can

I've [C]got to admit it's getting [Dm]better
A little [Em]better all the [F]time
I [C]have to admit it's getting bet[Dm]ter
It's getting [Em]better since [F]you've been mine
Getting so much better all the [C]time

It's getting better all the [Dm/C]time
[Em/G]Better, better, [F]better
It's getting better all the [Dm/C]time
[Em/G]Better, better, [F]better [G]

I used to be cruel to my woman I beat her
And kept her apart from the things that she loved
Man, I was mean but I'm changing my scene
And I'm doing the best that I can

I've [C]got to admit it's getting [Dm]better
A little [Em]better all the [F]time
I [C]have to admit it's getting bet[Dm]ter
It's getting [Em]better since [F]you've been mine
Getting so much better all the [C]time

It's getting better all the [Dm/C]time
[Em/G]Better, better, [F]better
It's getting better all the [Dm/C]time
[Em/G]Better, better, [F]better
Getting so much better all the [C]time

Registrazione

giovedì 09.03.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-7 + riduzione del 7 nei nastri 8-12
produttore: George Martin
primo fonico: Malcolm Addey /Ken Townsend
secondo fonico: Graham Kirby
base ritmica. I fonici Emerick e Lush, stanchi del molto lavoro notturno, avevano avuto una serata libera

venerdì 10.03.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 12
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione tanbur, basso e batteria

martedì 21.03.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 12, ridotto nei nastri 13-14
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
sovraincisione voci

giovedì 23.03.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 14, ridotto nel 15
produttore: Peter Vince
primo fonico: Peter Vince
secondo fonico: Ken Scott
rifacimento voci, sovraincisione conga

Mixaggio

giovedì 23.03.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 15
mix: mono
produttore: Peter Vince
primo fonico: Peter Vince
secondo fonico: Ken Scott
remix 1-3, scelto il 3

lunedì 17.04.1967 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 15
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Richard Lush
remix 1

Review

Di solito sbrigativamente considerata una canzone di McCartney, Getting Better rappresenta in realtà una delle più felici collaborazioni tra Lennon e McCartney. È vero comunque che la composizione fu iniziata da quest'ultimo, che concepì il titolo e una prima idea della musica durante una passeggiata col proprio cane (Martha: futura ispirazione di Martha My Dear), dopo aver visto il sole fare capolino tra le nuvole.

In realtà il titolo di Getting Better arriva ancora da più lontano, ed esattamente dal tour australiano del 1964, quando Ringo dovette dare forfait per un problema di salute e fu sostituito all'ultimo da Jimmy Nicol. Nicol fu naturalmente entusiasta dell'opportunità, ma era anche comprensibilmente teso, considerato che con un preavviso di poche ore doveva attraversare il mondo e suonare insieme ai Beatles. Nei 10 giorni in cui prese il posto di Ringo, Jimmy Nicol suonò per una dozzina di concerti, prendendo gradualmente fiducia ed esprimendola attraverso un ricorrente It's getting better che per un po' divenne uno degli intercalari preferiti del gruppo, e a Paul venne spontaneo rispolverarlo e trasformarlo in una canzone.

Con solo il titolo e un'idea di massima della musica, McCartney invitò quindi Lennon a raggiungerlo per completare il brano. John fornì ben presto il sardonico "it can't get no worse" (va meglio/non può andare peggio), e da lì il testo, da qui opera di Lennon, si sviluppò in una direzione più complessa, dedicandosi a un inventario personale della propria vita da ex giovane arrabbiato che ce l'aveva fatta.

I giorni in cui non c'era rispetto per i sentimenti altrui, specie quelli femminili, i giorni di un atteggiamento ribelle insinuato da insegnamenti stupidi e obsoleti sono lontani: ora i Beatles scrivono da soli le regole della loro vita e hanno sicuramente contribuito a creare una cultura meno bacchettona e più aperta alle novità. In questo senso, anche il "non può andare peggio" non è solo sarcastico, ma sposa il messaggio di ottimismo che sottende l'idea originaria della canzone: prima o poi il momento migliore arriva, non può piovere per sempre.

Purtroppo l'eccessivo indulgere nelle sostanze stupefacenti, la sua naturale inquietudine e la tormentata relazione con Yoko Ono riporteranno presto John ad eccessi anche peggiori di quelli giovanili. Ma nella prima metà del 1967 il suo stato d'animo, magistralmente e lucidamente espresso in Getting Better, rispecchiava davvero quello di un'intera generazione.

La musica di McCartney d'altro canto fornisce la necessaria dose di compiaciuto ottimismo, che Lennon da solo non sarebbe riuscito ad evocare. Scritta al pianoforte, riprende l'ordinato schema metronomico usato in Penny Lane e in altri brani successivi del suo autore, eseguito però questa volta dalle chitarre. Con una splendida frase di basso, ingegnosa per ritmo e melodia e un sound straordinariamente solare, Getting Better rappresenta uno dei momenti più alti di Sgt. Pepper's Lonely Heart Club Band.

Commenti