drive my car

(lennon/mccartney)
durata 02:30
re maggiore

Testo

Asked a girl what she wanted to be
She said, baby can't you see
I wanna be famous, a star of the screen
But you do something in between

Baby, you can drive my car
Yes, I'm gonna be a star
Baby you can drive my car
And maybe I'll love you

I told that girl that my prospects were good
And she said, baby it's understood
Working for peanuts is all very fine
But I can show you a better time

Baby, you can drive my car
Yes, I'm gonna be a star
Baby you can drive my car
And maybe I'll love you
Beep beep mm beep beep, yeah

Baby, you can drive my car
Yes, I'm gonna be a star
Baby you can drive my car
And maybe I'll love you

I told that girl I could start right away
And she said, listen baby I've got something to say
I got no car and it's breaking my heart
But I've found a driver and that's a start

Baby, you can drive my car
Yes, I'm gonna be a star
Baby you can drive my car
And maybe I'll love you
Beep beep mm beep beep, yeah
Beep beep mm beep beep, yeah
Beep beep mm beep beep, yeah

Guidami la macchina

Ho chiesto ad una ragazza cosa voleva diventare
Ha detto, piccolo non capisci?
Voglio essere famosa, una star del cinema
Ma nel frattempo puoi fare qualcosa

Piccolo, puoi guidare la mia macchina
Sì diventerò una star
Piccolo, puoi guidare la mia macchina
E forse ti amerò

Ho detto alla ragazza che avevo buone prospettive
Lei ha detto piccolo s'intende
Lavorare per spiccioli è tutto molto bello
Ma posso farti vedere tempi migliori

Piccolo, puoi guidare la mia macchina
Sì diventerò una star
Piccolo, puoi guidare la mia macchina
E forse ti amerò
Beep beep mm, beep beep yeh!

Piccolo, puoi guidare la mia macchina
Sì diventerò una star
Piccolo, puoi guidare la mia macchina
E forse ti amerò

Ho detto alla ragazza che potevo iniziare subito
E lei ha detto ascolta piccolo, ho qualcosa da dirti
Non ho la macchina, e mi si spezza il cuore
Ma ho trovato un autista, è un inizio

Piccolo, puoi guidare la mia macchina
Sì diventerò una star
Piccolo, puoi guidare la mia macchina
E forse ti amerò
Beep beep mm, beep beep yeh!
Beep beep mm, beep beep yeh!
Beep beep mm, beep beep yeh!

Accordi

[D]Asked a girl what she [G]wanted to be
[D]She said, baby [G]can't you see
[D]I wanna be famous, a [G]star of the screen
But [A7]you do something in between

[Bm]Baby, you can drive my [G7]car
[Bm]Yes, I'm gonna be a [G7]star
[Bm]Baby you can drive my [E7]car
And [A7]maybe I'll [D]love you [G] [A]

[D]I told that girl that my [G]prospects were good
[D]And she said, baby it's [G]understood
[D]Working for peanuts is [G]all very fine
But [A7]I can show you a better time

[Bm]Baby, you can drive my [G7]car
[Bm]Yes, I'm gonna be a [G7]star
[Bm]Baby you can drive my [E7]car
And [A7]maybe I'll [D]love you [G] [A]
Beep beep mm beep beep, [D]yeah

Solo [D] [G] [D] [G] [D] [G] [A7]

[Bm]Baby, you can drive my [G7]car
[Bm]Yes, I'm gonna be a [G7]star
[Bm]Baby you can drive my [E7]car
And [A7]maybe I'll [D]love you [G] [A]

[D]I told that girl I could [G]start right away
[D]And she said, listen baby I've got [G]something to say
[D]I got no car and it's [G]breaking my heart
But [A7]I've found a driver and that's a start

[Bm]Baby, you can drive my [G7]car
[Bm]Yes, I'm gonna be a [G7]star
[Bm]Baby you can drive my [E7]car
And [A7]maybe I'll [D]love you [G] [A]
Beep beep mm beep beep, [D]yeah
Beep beep mm beep beep, yeah
Beep beep mm beep beep, yeah

Registrazione

mercoledì 13.10.1965 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-4
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott

Mixaggio

lunedì 25.10.1965 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 4
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott

martedì 26.10.1965 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 4
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ron Pender

Review

Dopo i contributi aggiunti in extremis ad Help!, che fanno sì che il suo ruolo compositivo nell'album acquisti una notevole rilevanza, McCartney parte col piede giusto in Rubber Soul, di cui Drive My Car rappresenta la prima sua canzone ad essere affrontata (la terza in assoluto dopo Run For Your Life e Norwegian Wood).

La canzone però beneficia enormemente dei contributi di Lennon ed Harrison. Il primo collaborò attivamente al testo, la cui prima stesura era stata definita "disastrosa" dallo stesso McCartney. In particolare il ritornello era costituito dal verso "You can buy me diamond rings", che Lennon cassò seduta stante, essendo gli anelli di diamanti già apparsi in Can't Buy Me Love e I Feel Fine .

I due spesero molto tempo sulla canzone, fino a quando pervennero all'espressione "Drive My Car", dopodichè il testo, sempre secondo McCartney, si scrisse da solo. La possibilità che la protagonista fosse una prostituta, come da bozza originale, restava, ma il testo, fitto di doppi sensi sessuali, narrava ora una storia in grado di appassionare l'ascoltatore (vedere I've Just Seen A Face), e si chiudeva con la spassosa ammissione della terza strofa.

Harrison fu invece decisivo sotto l'aspetto dell'arrangiamento, da lui ideato sulla base di Respect, allora un piccolo e recente successo di Otis Redding (sarà la versione di Aretha Franklin del 1967 a portarla nelle top ten di tutto il mondo, solo sei mesi prima della tragica, prematura scomparsa di Redding in un incidente aereo).

Lavorando fianco a fianco con McCartney (un'interazione che George ebbe più spesso con John, come accadde ad esempio per She Said She Said o I Want You), i due scrissero l'elaborata frase di chitarra poi eseguita da entrambi, che raddoppiata dal basso apre il pezzo. Attraverso una strofa armonicamente molto simile a Respect, Drive My Car prosegue poi mantenendosi molto presente sui toni bassi, una soluzione tipica della musica nera, mai utilizzata in modo così esplicito in un brano dei Beatles. Questa laboriosa costruzione portò il gruppo, per la prima volta, a lavorare fin oltre la mezzanotte (durante la lavorazione del White Album poche sedute dei Beatles iniziavano prima di quest'ora).

Nell'agitata strofa, Lennon e McCartney cantano a due voci un'armonia particolarmente zeppa di note dissonanti. Harrison si unisce a loro per il ritornello, caratterizzato dalle bluesaggianti risposte del pianoforte di Lennon, e dal geniale, onomatopeico coro "Beep beep mm beep beep, yeah".

Divertente e al tempo stesso indicativa di una superiore maturità, Drive My Car era una scelta ovvia come apertura dell'album. Purtroppo la Capitol era di tutt'altro avviso e, decisa a presentare Rubber Soul come l'album folk del gruppo, rimosse colpevolmente questo brano dall'edizione americana dell'album. Sarà l'ultima volta: a partire dal successivo Revolver, ai due lati dell'oceano sarebbero stati distribuiti d'ora in poi album identici.

Commenti