yellow submarine

(lennon/mccartney)
durata 02:40
solb maggiore

Testo

In the town where I was born
Lived a man who sailed to sea
And he told us of his life
In the land of submarines

So we sailed up to the sun
Till we found a sea of green
And we lived beneath the waves
In our yellow submarine

We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine
We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine

And our friends are all aboard
Many more of them live next door
And the band begins to play

We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine
We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine

Full speed ahead Mr. Boatswain, full speed ahead
Full speed ahead it is, Sgt.
Cut the cable, drop the cable
Aye, Sir, aye
Captain, captain

As we live a life of ease
Every one of us has all we need
Sky of blue and sea of green
In our yellow submarine

We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine
We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine
We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine
We all live in a yellow submarine
Yellow submarine, yellow submarine

Sottomarino giallo

Nella città dove sono nato
Viveva un uomo che andava per mare
E ci raccontò della sua vita
Nella terra dei sottomarini

Così navigammo verso il sole
Finchè trovammo il mare verde
E vivemmo sotto le onde
Nel nostro sottomarino giallo

Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo
Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo

E tutti i nostri amici sono a bordo
Molti più di loro vivono alla porta accanto
E la banda comincia a suonare

Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo
Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo

Avanti tutta Mr. Boatswain, avanti tutta
Fatto, Sergente
Taglia la gomena, getta la gomena
Sissignore, sì
Capitano, capitano

Siccome facciamo una vita comoda
Ciascuno di noi ha tutto ciò che gli serve
Cielo blu e mare verde
Nel nostro sottomarino giallo

Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo
Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo
Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo
Viviamo tutti in un sottomarino giallo
Sottomarino giallo, sottomarino giallo

Accordi

[G]In the [D]town where [C]I was [G]born
[Em]Lived a [Am]man who [C]sailed to [G]sea
[G]And he [D]told [C]us of his [D]life
[Em]In the [Am]land of [C]subma[D]rines

[G]So we [D]sailed up [C]to the [G]sun
[Em]Till we [Am]found a [C]sea of [G]green
[G]And we [D]lived be[C]neath the [D]waves
[Em]In our [Am]yellow [C]subma[D]rine

[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine
[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine

[G]And our [D]friends are [C]all a[G]board
[Em]Many [Am]more of them [C]live next [D]door
[G]And the [D]band be[C]gins to [D]play
[Em] [Am] [C] [D]

[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine
[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine

[Parlato, stessi accordi della strofa]
Full speed ahead Mr. Boatswain, full speed ahead
Full speed ahead it is, Sgt.
Cut the cable, drop the cable
Aye, Sir, aye
Captain, captain

[G]As we [D]live a [C]life of [G]ease
[Em]Every one of [am]us has [C]all we [D]need
[G]Sky of [D]blue and [C]sea of [D]green
[Em]In our [Am]yellow [C]subma[D]rine

[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine
[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine
[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine
[G]We all live in a [D]yellow submarine
Yellow submarine, [G]yellow submarine

Registrazione

giovedì 26.05.1966 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 1-4, poi riduzione del 4 nel 5
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
prima prove non registrate, poi incisione base ritmica. George Martin era assente perchè malato

mercoledì 01.06.1966 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
sovraincisione cori, effetti sonori e prologo parlato di Ringo (quest'ultimo poi eliminato)

Mixaggio

giovedì 02.06.1966 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
di prova

venerdì 03.06.1966 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Phil McDonald
remix 1-5 (nella numerazione venne ignorato il mix del giorno precedente), tra i quali venne scelto quello per la pubblicazione su singolo e album

mercoledì 22.06.1966 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 5
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick
secondo fonico: Jerry Boys
2 remix stereo, tra i quali fu scelto quello per la pubblicazione

Review

È curioso che proprio Revolver, per alcuni il primo album della maturità per i Beatles, con canzoni che non avrebbero potuto apparire su nessun loro disco precedente e un'attenzione ai testi non più solo episodica e lennoniana ma strutturale e condivisa, ospiti la loro canzone più fanciullesca ed infantile. E, al tempo stesso, una delle più celebri di tutti i tempi.

Scritta da Paul una sera, prima di andare a letto, espressamente per diventare il "pezzo di Ringo" nel nuovo album dei Beatles, Yellow Submarine è una canzone irresistibile nella orecchiabilità della sua musica e nelle semplici, didascaliche immagini del testo. Mentre la paternità della musica e l'idea iniziale del testo (una storia per bambini, che avesse a che fare con un marinaio) sono indubbiamente di McCartney, la versione finale del testo e l'esecuzione raccolsero contributi da tutte le persone coinvolte.

In particolare, Donovan contribuì con il verso "sky of blue, and sea of green", e George Martin coordinò un arrangiamento straordinariamente frizzante, che risulta ancora freschissimo a decenni di distanza, grazie anche al notevole contributo di rumorista di Lennon, evidentemente entusiasta del clima festaiolo dell'esecuzione, che fornì sia gran parte dei rumori di bolle ("suonando" un secchio e una cannuccia), sia le risposte dell'ultima strofa in stile Goons.

Che la spontaneità dell'esecuzione fosse in realtà ben studiata appare evidente anche dal ricercato fraseggio (nella strofa) dell'ottima esecuzione vocale di Ringo, che in una delle versioni scartate del brano effettuava anche un'introduzione vocale, idea ripresa (e nuovamente scartata) anche per la successiva Good Night di John, sempre cantata dal batterista.

Considerato il periodo e l'album nei quali si inserisce la canzone, molti hanno ritenuto che la canzone fosse in realtà dedicata a una droga dell'epoca, una miscela di barbiturici rinchiusa in una capsula gialla, nota appunto come il sottomarino giallo. McCartney smentì sempre questa ipotesi, sostenendo invece che la canzone non andava interpretata, ma presa per quello che era: la storia di un sottomarino giallo. È molto probabile che Paul fosse sincero, considerato anche che nella primissima versione si faceva riferimento a vari sottomarini, tutti di colori improbabili; del resto, è del tutto verosimile che qualcuno dei Beatles o del loro entourage si fosse reso conto della coincidenza prima della pubblicazione, e che il sottomarino sia rimasto giallo anche come riferimento pseudonascosto alla famigerata capsula stupefacente.

Sia come sia, Yellow Submarine rimane uno dei classici dei Beatles e uno dei più brillanti esempi di come nei loro album potessero convivere brani adatti ad un pubblico incredibilmente vasto ed eterogeneo. Benchè altri artisti abbiano avuto un successo commerciale paragonabile a quello dei Fab Four, nessuno, nè prima nè dopo di loro, è mai riuscito a riscuotere un consenso altrettanto trasversale.

Commenti