things we said today

(lennon/mccartney)
durata 02:38
la minore (la maggiore nella sezione a contrasto)

Testo

You say you will love me
If I have to go
You'll be thinking of me
Somehow I will know
Someday when I'm lonely
Wishing you weren't so far away
Then I will remember
Things we said today

You said you'll be mine, girl
'Till the end of time
These days such a kind girl
Seems so hard to find
Someday when we're dreaming
Deep in love, not a lot to say
Then we will remember
Things we said today

Me I'm just the lucky kind
Love to hear you say that love is love
And though we may be blind
Love is here to stay and that's enough
To make you mine, girl
Be the only one
Love me all the time, girl
We'll go on and on

Some day when we're dreaming
Deep in love not a lot to say
Then we will remember
Things we said today

Me I'm just the lucky kind
Love to hear you say that love is love
And though we may be blind
Love is here to stay and that's enough
To make you mine, girl
Be the only one
Loves me the time, girl
We'll go on and on

Some day when we're dreaming
Deep in love not a lot to say
Then we will remember
Things we said today

Le cose che abbiamo detto oggi

Tu dici che mi amerai
Se dovrò andarmene
Mi penserai
In qualche modo lo saprò
Un giorno quando sarò solo
Sperando che tu non sia tanto lontano
Allora ricorderò
Le cose che abbiamo detto oggi

Dici che sarai mia, ragazza
Fino alla fine
Ai nostri giorni sembra difficile
Trovare una ragazza così dolce
Un giorno mentre staremo sognando
Profondamente innamorati, senza molto da dire
Allora ricorderemo
Le cose che abbiamo detto oggi

Io sono proprio un tipo fortunato
Amo sentirti dire che l'amore è amore
E anche se forse siamo ciechi
L'amore è qui per restare
Ed è abbastanza per farti mia ragazza
Perchè tu sia la sola
Amami in ogni momento ragazza
Continueremo sempre

Un giorno mentre staremo sognando
Profondamente innamorati, senza molto da dire
Allora ricorderemo
Le cose che abbiamo detto oggi

Io sono proprio un tipo fortunato,
Amo sentirti dire che l'amore è amore
E anche se forse siamo ciechi
L'amore è qui per restare
Ed è abbastanza per farti mia ragazza,
Perchè tu sia la sola
Amami in ogni momento ragazza
Continueremo sempre

Un giorno mentre staremo sognando
Profondamente innamorati, senza molto da dire
Allora ricorderemo
Le cose che abbiamo detto oggi

Accordi

[Am]

You say you [Em7]will [Am]love me
If I [Em7]have to [Am]go
You'll be [Em7]thinking [Am]of me
Somehow [Em7]I will [Am]know
[C]Someday when I'm [C9]lonely
[F]Wishing you weren't [Bb]so far away
Then [Am]I [Em7]will re[Am]member
Things we [Em7]said to[Am]day

You said [Em7]you'll be [Am]mine, girl
'Till the [Em7]end of [Am]time
These days [Em7]such a [Am]kind girl
Seems so [Em7]hard to [Am]find
[C]Someday when we're [C9]dreaming
[F]Deep in love, not a [Bb]lot to say
Then [Am]we [Em7]will re[Am]member
Things we [Em7]said to[A]day

Me I'm just the [D7]lucky kind
[B7]Love to hear you [E7]say that love is [A]love
And though we [D7]may be blind
[B7]Love is here to [Bb]stay and that's [Am7]enough
To [Em7]make you [Am]mine, girl
Be the [Em7]only [Am]one
Love me [Em7]all the [Am]time, girl
We'll go [Em7]on and [Am]on

[C]Someday when we're [C9]dreaming
[F]Deep in love, not a [Bb]lot to say
Then [Am]we [Em7]will re[Am]member
Things we [Em7]said to[Am]day

Me I'm just the [D7]lucky kind
[B7]Love to hear you [E7]say that love is [A]love
And though we [D7]may be blind
[B7]Love is here to [Bb]stay and that's [Am7]enough
To [Em7]make you [Am]mine, girl
Be the [Em7]only [Am]one
Love me [Em7]all the [Am]time, girl
We'll go [Em7]on and [Am]on

[C]Someday when we're [C9]dreaming
[F]Deep in love, not a [Bb]lot to say
Then [Am]we [Em7]will re[Am]member
Things we [Em7]said to[Am]day

Registrazione

martedì 02.06.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-3
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott

Mixaggio

martedì 09.06.1964 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 3
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott

lunedì 22.06.1964 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 3
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Geoff Emerick

Anomalie

00:06 Leggera esitazione nell'intonazione di Paul sulla parola "me".

Review

Se in I Should Have Known Better Lennon ricorda un po' McCartney per il tono allegro e spensierato (specie del middle sixteen), in Things We Said Today McCartney assomiglia un po' ad Harrison per la cupa atmosfera della strofa e per espressiva scelta di accordi della sezione a contrasto (in special modo l'inatteso SIb che riconduce alla strofa).

Il brano è in effetti del tutto atipico per gli standard di McCartney, ed il brusco passaggio dal LA Minore al LA Maggiore trova un suggestivo parallelo nel testo, che mostra il protagonista a metà strada tra la speranza e la disillusione che la propria storia d'amore possa durare. Egli è certo dei suoi sentimenti, ma non è altrettanto sicuro che la distanza tra lui e la sua ragazza non diventi definitiva.

La relazione tra McCartney e la sua fidanzata dell'epoca, Jane Asher, era spesso funestata da liti ed aspre discussioni, fomentata dalle ricorrenti separazioni per motivi di lavoro: Jane era un'attrice in carriera e anche lei, come Paul, era spesso in tournée. I loro frequenti attriti e le successive riconciliazioni rappresenteranno un'ispirazione più ricorrente - e spesso migliore - di quanto non accadrà per la successiva, più lineare storia d'amore tra Paul e Linda Eastman.

Scritta nel maggio del 1964 durante una breve vacanza alle Bahamas con Jane, Ringo e la sua futura moglie Maureen, la canzone arrivò fuori tempo massimo per l'inclusione nel film, ma godette di una breve presenza nei concerti dei Beatles, con George Harrison a fornire l'armonia vocale che in studio aveva sovrainciso Paul, come accadeva per All My Loving. E proprio come in All My Loving, l'apprezzamento di Lennon per questa canzone è dimostrato dal suo impegno alla chitarra, che con le sue burrascose triplette in levare contribuisce in modo significativo all'atmosfera del brano.

25 anni più tardi, Paul la incluse nel repertorio del suo tour mondiale, e nel 1997, McCartney si compiaceva ancora degli accordi utilizzati e del fatto che il protagonista, proiettandosi nel futuro, finisse per provare nostalgia per il presente (un bel trucchetto, disse a Barry Miles). Scelta come lato B del singolo A Hard Day's Night, costituiva un'anticipazione della direzione più introspettiva che i Beatles stavano per intraprendere.

Commenti