two of us

(lennon/mccartney)
durata 03:33
sol maggiore

Testo

Two of us riding nowhere
spending someone's hard earned pay
You and me Sunday driving
Not arriving on our way back home
We're on our way home
We're on our way home
We're going home

Two of us sending postcards
Writing letters on my wall
You and me burning matches
Lifting latches on our way back home
We're on our way home
We're on our way home
We're going home

You and I have memories
Longer that that road that stretches out ahead

Two of us wearing raincoats
Standing solo in the sun
You and me chasing paper
Getting nowhere on our way back home
We're on our way home
We're on our way home
We're going home

You and I have memories
Longer that that road that stretches out ahead

Two of us wearing raincoats
Standing solo in the sun
You and me chasing paper
Getting nowhere on our way back home
We're on our way home
We're on our way home
We're going home

Due di noi

Due di noi che non vanno da nessuna parte
Spendendo la paga che qualcuno ha guadagnato duramente
Tu e io in giro la domenica
Senza arrivare sulla strada di casa
Stiamo tornando a casa
Stiamo tornando a casa
Andiamo a casa

Due di noi che mandano cartoline
Scrivono lettere sulla mia parete
Tu ed io che bruciamo fiammiferi
Alziamo i chiavistelli sulla strada di casa
Stiamo tornando a casa
Stiamo tornando a casa
Andiamo a casa

Tu ed io abbiamo ricordi
Più lunghi della strada che si perde di fronte

Due di noi che indossano impermeabili
Stando da soli sotto il sole
Tu ed io che inseguiamo carta
Non andando da nessuna parte sulla strada di casa
Stiamo tornando a casa
Stiamo tornando a casa
Andiamo a casa

Tu ed io abbiamo ricordi
Più lunghi della strada che si perde di fronte

Due di noi che indossano impermeabili
Stando da soli sotto il sole
Tu ed io che inseguiamo carta
Non andando da nessuna parte sulla strada di casa
Stiamo tornando a casa
Stiamo tornando a casa
Andiamo a casa

Accordi

[G]

Two of us riding nowhere
spending someone's [C]hard [C/B]earned [Am7]pay
[G]You and me Sunday driving
Not arriving [C]on [C/B]our [Am7]way back [G]home
[D]We're on our way [G]home
[D]We're on our way [G]home
[C]We're going [G]home

Two of us sending postcards
Writing letters [C]on [C/B]my [Am7]wall
[G]You and me burning matches
Lifting latches [C]on [C/B]our [Am7]way back [G]home
[D]We're on our way [G]home
[D]We're on our way [G]home
[C]We're going [G]home

[B]You and I have [Dm]memories
[Gm7]Longer that that [Am7]road that stretches out ahead [D7]

[G]Two of us wearing raincoats
Standing solo [C]in [C/B]the [Am7]sun
[G]You and me chasing paper
Getting nowhere [C]on [C/B]our [Am7]way back [G]home
[D]We're on our way [G]home
[D]We're on our way [G]home
[C]We're going [G]home

[B]You and I have [Dm]memories
[Gm7]Longer that that [Am7]road that stretches out ahead [D7]

[G]Two of us wearing raincoats
Standing solo [C]in [C/B]the [Am7]sun
[G]You and me chasing paper
Getting nowhere [C]on [C/B]our [Am7]way back [G]home
[D]We're on our way [G]home
[D]We're on our way [G]home
[C]We're going [G]home

Registrazione

venerdì 24.01.1969 @ Apple Studios
nastri: non numerati
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns
secondo fonico: Neil Richmond
varie esecuzioni, una delle quali fu scelta per il mai pubblicato album Get Back

sabato 25.01.1969 @ Apple Studios
nastri: non numerati
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns
secondo fonico: Alan Parsons
altre incisioni

venerdì 31.01.1969 @ Apple Studios
nastri: 10-12
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns
secondo fonico: Alan Parsons
altre 3 incisioni, l'ultima delle quali scelta per l'album Let It Be

Mixaggio

lunedì 10.03.1969 @ Olympic Sound Studios, Londra Studio 1
nastri: uno dei nastri del 24/1
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns

martedì 11.03.1969 @ Olympic Sound Studios, Londra Studio 1
nastri: uno dei nastri del 24/1
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns

venerdì 25.04.1969 @ Abbey Road Stanza 4
nastri: uno dei nastri del 24/1
mix: mono
primo fonico: Peter Mew
secondo fonico: Chris Blair
richiesto da Paul per proporre la canzone al trio newyorkese dei Mortimer, che non registrò mai la canzone

mercoledì 25.03.1970 @ Abbey Road Stanza 4
nastri: 12
mix: stereo
produttore: Phil Spector
primo fonico: Peter Bown
secondo fonico: Roger Ferris
remix 1-2

Review

Con la sua rilassata sentimentalità, Two Of Us anticipa le composizioni da solista di McCartney, che ne è l'unico autore, e al tempo stesso costituisce un inizio azzeccato, benchè illusoriamente, promettente per l'album Let It Be.

Inizialmente una canzone d'amore, a un certo punto sembra evolvere in una direzione che suggerisce che i veri protagonisti del brano non siano Paul e la moglie Linda, ma piuttosto Paul e John.

I versi iniziali fanno infatti riferimento all'abitudine di Paul e Linda McCartney di andare in giro per la campagna inglese senza una meta precisa (Let's get lost, perdiamoci, amava ripetere Linda sin da bambina, e Paul era felice di accontentarla). Tuttavia la breve sezione a contrasto, che modula a un inatteso SIb, fa riferimento a una lunga storia, che Paul e Linda non avevano, così come il verso sull'inseguire le carte sembra un polemico riferimento al tempo che i Beatles perdevano in questioni burocratiche anzichè suonare.

In quest'ottica, il non andare da nessuna parte sembra essere un'amara considerazione di McCartney sul progetto Get Back/Let It Be, e in questo caso sarebbe stato profetico, giacchè l'incisione di questo brano dovrà attendere quasi un anno e mezzo prima di arrivare al pubblico. (Pare che McCartney fosse tanto rammaricato della mancata uscita del brano da proporne l'incisione al trio newyorkese dei Mortimer, per il loro - mai avvenuto - debutto discografico per la Apple).

Il film Let It Be regala anche un impietoso momento delle incisioni di Two Of Us, durante il quale Paul e George discutono piuttosto aspramente su come quest'ultimo dovrebbe suonare la sua parte ci chitarra.

Fortunatamente niente di tutto questo traspare nel brano, felicemente solare e assai ben cantato a due voci da John e Paul, in uno stile che ricorda i loro esordi. Con il suo suono calorosamente solare e il testo piacevolmente oscuro, Two Of Us è forse l'ultimo dei capolavori minori scritti da Paul McCartney per i Beatles ed anche uno dei migliori risultati ottenuti da Phil Spector nella produzione di Let It Be.

Commenti