matchbox

(perkins)
durata 01:57
la maggiore

Testo

I said I'm sitting here watching matchbox hole in my clothes
I said I'm sitting here wondering matchbox hole in my clothes
I ain't got no matches
But I sure got a long way to go

I'm an old poor boy, I'm a long way from home
I'm an old poor boy and I'm a long way from home
I've never been happy
'Cause everything I ever did was wrong

Well, if you don't want my peaches
Honey please don't shake my tree
If you don't want any of those peaches
Honey, please don't mess around my tree
I've got news for you baby
Leave me here in misery, alright

Well let me be your little dog till your big dog comes
Let me be your little dog till your big dog comes
And when your big dog gets here
Watch how your puppy dog runs

Well I said I'm sitting here watching matchbox hole in my clothes
I said I'm sitting here wondering matchbox hole in my clothes
I ain't got no matches
But I sure got a long way to go

Scatola di fiammiferi

Ho detto che me ne sto seduto qui a guardare una scatola di fiammiferi nei miei vestiti
Ho detto che me ne sto seduto qui chiedendomi di una scatola di fiammiferi nei miei vestiti
Non ho fiammiferi
Ma di sicuro ho molta strada da fare

Sono un povero vecchio ragazzo, molto lontano da casa
Sono un povero vecchio ragazzo, molto lontano da casa
Non sono mai stato felice
Perchè ho sbagliato in tutto ciò che ho fatto

Bene, se non vuoi le mie pesche
Dolcezza, per favore non scuotere il mio albero
Bene se non vuoi qualcuna di queste pesche
Dolcezza, per favore non stare intorno al mio albero
Ho una notizia per te piccola
Lasciami qui con la mia infelicità, ok?

Bene lasciami essere il tuo piccolo cane finchè non arriva il tuo grande cane
Lasciami essere il tuo piccolo cane finchè non arriva il tuo grande cane
E quando il tuo grande cane arriva qui
Guarda come scappa il tuo cucciolo

Ho detto che me ne sto seduto qui a guardare una scatola di fiammiferi nei miei vestiti
Ho detto che me ne sto seduto qui chiedendomi di una scatola di fiammiferi nei miei vestiti
Non ho fiammiferi
Ma di sicuro ho molta strada da fare

Accordi

Non ci sono ancora gli accordi di questo brano.

Registrazione

lunedì 01.06.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-5
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott
registrazione effettuata interamente dal vivo, compresa l'esecuzione simultanea di voce e batteria di Ringo. Carl Perkins era presente

Mixaggio

giovedì 04.06.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Richard Langham
remix definitivo per la pubblicazione dell'EP Long Tall Sally

lunedì 22.06.1964 @ Abbey Road Studio 1
nastri: 5
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Geoff Emerick
remix stereo per gli USA

Review

In patria, Matchbox fu pubblicata come brano conclusivo dell'EP Long Tall Sally. Negli USA invece divenne il primo lato A di un singolo cantato da Ringo Starr, che, con Slow Down sul lato B, raggiunse una piuttosto generosa diciassettesima posizione nelle classifiche statunitensi (addirittura la sesta in Canada).

Come già accaduto per Boys, il contributo vocale di Ringo a Please Please Me, anche Matchbox era nel repertorio dei Beatles da tempo, ed era originariamente interpretata da Pete Best. Matchbox è inoltre la prima di una serie di canzoni rockabilly interpretate da Ringo, cui faranno seguito Honey Don't, Act Naturally e What Goes On.

La versione originale del brano, composta da Carl Perkins, risale al 1956 ed ha un'origine curiosa. Il padre di Perkins suggerì al figlio di suonare Match Box Blues, un brano che egli conosceva nell'incisione del 1927 di Blind Lemon Jefferson. Perkins, che al momento aveva Jerry Lee Lewis come session man al pianoforte, iniziò a suonare la canzone, ma conoscendone solo un paio di versi, si trovò presto a improvvisare, spalleggiato dal vulcanico pianista.

Condividendo lo stesso produttore, l'indomani Perkins e Lewis si ritrovarono in studio con Elvis Presley e Johnny Cash, e prontamente registrarono il brano in una formazione che, con il nome di Million Dollar Quartet, fu il primo "supergruppo" della storia della musica moderna.

La canzone non è evidentemente all'altezza della band, ma ha la fluidità tipica del miglior Perkins, di cui divenne uno dei maggiori successi. I Beatles la affrontano senza alcuna velleità di superare l'originale, a quanto si dice sotto gli occhi dello stesso Perkins che quel giorno si trovava in visita ad Abbey Road (alcuni addirittura sostengono che potrebbe aver suonato nel brano).

Con queste premesse, l'esecuzione vocale di Ringo è funzionale allo scopo, anche se sarebbe sicuramente più genuina senza il raddoppio che purtroppo all'epoca costituiva pratica standard per il gruppo. L'accompagnamento dei Beatles è un po' rigido, ma George Martin lo riscatta in parte con una prestazione piuttosto vivace.

Come altre cover di altri eroi giovanili dei Beatles, l'esecuzione "di mestiere" non deve ingannare circa la loro sincera ammirazione per il brano: McCartney, che la usava come pezzo abituale dei propri soundcheck, la eseguì nel 1985 in concerto con lo stesso Perkins, Ringo ed Eric Clapton. George nel 1987 la incluse in uno show dal vivo insieme a Bob Dylan e John Fogerty dei Creedence Clearwater Revival.

Commenti