i don't want to spoil the party

(lennon/mccartney)
durata 02:32
sol maggiore (mi minore nella sezione a contrasto)

Testo

I don't want to spoil the party so I'll go
I would hate my disappointment to show
There's nothing for me here
So I will disappear
If she turns up while I'm gone please let me know

I've had a drink or two and I don't care
There's no fun in what I do if she's not there
I wonder what went wrong
I've waited far too long
I think I'll take a walk and look for her

Though tonight she's made me sad
I still love her
If I find her I'll be glad
I still love her

I don't want to spoil the party so I'll go
I would hate my disappointment to show
There's nothing for me here
So I will disappear
If she turns up while I'm gone please let me know

Though tonight she's made me sad
I still love her
If I find her I'll be glad
I still love her

I've had a drink or two and I don't care
There's no fun in what I do if she's not there
I wonder what went wrong
I've waited far too long
I think I'll take a walk and look for her

Non voglio rovinare la festa

Non voglio rovinare la festa quindi me ne andrò
Non mi piacerebbe mostrare la mia delusione
Non c'è niente per me qui
Così scomparirò
Se si fa viva mentre sono via per favore fatemelo sapere

Ho bevuto un drink o due e non me ne importa
Non c'è divertimento in quello che faccio se lei non c'è
Mi chiedo cosa sia andato storto
Ho aspettato troppo
Penso che farò una passeggiata e la cercherò

Anche se stanotte mi ha reso triste
Io la amo ancora
Se la trovo sarò felice
Io la amo ancora

Non voglio rovinare la festa quindi me ne andrò
Non mi piacerebbe mostrare la mia delusione
Non c'è niente per me qui
Così scomparirò
Se si fa viva mentre sono via per favore fatemelo sapere

Anche se stanotte mi ha reso triste
Io la amo ancora
Se la trovo sarò felice
Io la amo ancora

Ho bevuto un drink o due e non me ne importa
Non c'è divertimento in quello che faccio se lei non c'è
Mi chiedo cosa sia andato storto
Ho aspettato troppo
Penso che farò una passeggiata e la cercherò

Accordi

Non ci sono ancora gli accordi di questo brano.

Registrazione

martedì 29.09.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-19
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott /Mike Stone

Mixaggio

lunedì 26.10.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 19
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Norman Smith

mercoledì 04.11.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 19
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Mike Stone

Review

È curioso che un album contrassegnato dal desiderio di lasciarsi alle spalle la fase beatlemania in cerca di una maggiore consapevolezza abbia uno dei suoi momenti migliori in un brano dal tema deliberatamente adolescenziale. Come in If I Fell, il testo rende impossibile ogni possibilità di immedesimazione a chiunque abbia più di 20 anni, ma è talmente efficace nel descrivere questo piccolo dramma sentimentale, da creare immediatamente empatia negli ascoltatori di qualunque età.

Questo nuovo capitolo nella lunga saga degli amori difficili narrati in Beatles For Sale lascia inoltre un dubbio su quali fossero i rapporti tra i protagonisti prima del party cui la ragazza non si presenta, e trova un suggestivo parallelo nella musica, che miscela con sapienza folk, country e pop traendo il meglio da tutti i linguaggi utilizzati.

Lennon ricordò con sincera partecipazione la composizione della canzone, ascrivendola nel novero dei suoi lavori chitarristici, benchè al di là del semplice riff discendente, le chitarre si limitino qui a un morbido accompagnamento country and western. Le due voci in armonia nella strofa sono così attentamente sincronizzate (soprattutto per gli standard di Lennon) da aver indotto molti critici a ritenere che fosse George a fornire l'armonia bassa, mentre si tratta di un raddoppio di John. In compenso Harrison, perfettamente a suo agio, contribuisce con un assolo ad accordi e arpeggi in pieno stile Carl Perkins, che enfatizza il sapore country and western del brano.

Proprio questo deve aver suscitato in McCartney gli errati ricordi poi riportati da Barry Miles: Paul citò infatti la canzone come una collaborazione tra lui e Lennon (che John non menzionò mai), ma soprattutto disse che era stata scritta per Ringo. Il batterista dei Beatles era indubbiamente il più grande amante del country all'interno del gruppo, ma non risulta che l'idea di affidare a lui l'interpretazione di I Don't Want To Spoil The Party venne mai presa in considerazione.

Con le sue inusuali armonie per terze minori e la suggestiva dilatazione del metro nella dichiarazione culminante della canzone (I still love her), I Don't Want To Spoil The Party rimane con You're Gonna Lose That Girl una delle ultime grandi composizioni del primo periodo lennoniano. Ben presto, a partire Ticket To Ride ed Help!, John smetterà di scrivere calandosi in un personaggio e parlerà di se stesso sempre più di frequente e con meno perifrasi (fino agli eccessi di The Ballad Of John And Yoko e I Want You).

Commenti