honey don't

(perkins)
durata 02:55
mi maggiore

Testo

Well, how come you say you will when you won't?
Say you do, baby when you don't
Let me know, honey, how you fell
Tell the truth now, is love real?
So, oh, oh

Well, honey don't
Well, honey don't
Honey don't
Honey don't
Honey don't
I say you will when you won't
Oh, oh, honey don't

Well, I love you, baby, and you ought to know
I like the way that you wear your clothes
Everything about you is so doggone sweet
You got that sand all over your feet
So, oh, oh

Well, honey don't
Honey don't
Honey don't
Honey don't
Honey don't
I say you will when you won't
Oh, oh, honey don't

I feel fine
Oh, oh, I say

Well sometimes I love you on a Saturday night
Sunday morning you don't look right
You been out painting the town
Uh uh, baby been stepping around
So, oh, oh

Well, honey don't
I say, honey don't
Honey don't
Honey don't
Honey don't
I say you will when you won't
Oh, oh, honey don't

Well, honey don't
Well, honey don't
A little, little, honey don't
I say, you will when you won't
Oh, oh, honey don't

Piccola non farlo

Beh, perchè hai detto che lo farai quando non sarà così
Dici di si, piccola, quando invece è no
Fammi sapere, tesoro, che cosa provi
Dì la verità adesso, è vero amore?
Così, oh, oh

Bene, piccola non farlo
Bene, piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
I dico che lo farai quando non lo farai
Oh, oh, piccola non farlo

Bene, io ti amo, piccola, dovresti saperlo
Mi piace il modo in cui porti i tuoi vestiti
Tutto di te è così maledettamente dolce
Hai la sabbia sopra i piedi
Così, oh, oh

Bene, piccola non farlo
Bene, piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
I dico che lo farai quando non lo farai
Oh, oh, piccola non farlo

Mi sento bene
Oh, oh, io dico

Bene a volte ti amo al sabato sera
Ma la domenica mattina non mi piaci più
Stai fuori a colorare la città
Uh uh, piccola, sempre in giro
Così, oh, oh

Bene, piccola non farlo
Bene, piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
Piccola non farlo
I dico che lo farai quando non lo farai
Oh, oh, piccola non farlo

Bene, piccola non farlo
Bene, piccola non farlo
Un po' alla volta, piccola non farlo
I dico che lo farai quando non lo farai
Oh, oh, piccola non farlo

Accordi

Non ci sono ancora gli accordi di questo brano.

Registrazione

lunedì 26.10.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-5
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: A.B. Lincoln

Mixaggio

martedì 27.10.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 5
mix: mono & stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ken Scott

Anomalie

00:34 Leggera esitazione vocale di Ringo.

Review

Ringo non canta nessuna canzone su A Hard Day's Night, e, per com'è andata con Honey Don't, sarebbe stato un bene che non lo avesse fatto nemmeno su Beatles For Sale.

Scritta da Carl Perkins e pubblicata il primo gennaio 1956 come lato B della ben più celebre Blue Suede Shoes, Honey Don't era una canzoncina poco ispirata nel testo e nella musica, che andava bene giusto per il lato B di un singolo.

Alla versione originale bisogna però riconoscere la brutale variazione armonica iniziale (così ardita per l'epoca da scandalizzare il fratello di Perkins, Jay, suo compagno di band, che voleva addirittura rifiutarsi di inciderla), l'istrionica esecuzione vocale di Perkins e il bell'accompagnamento blues al pianoforte. Anche la produzione e il mixaggio, ricco di frequenze acute, contribuiscono a rendere il brano più interessante.

La versione dei Beatles, ultimo brano inciso nell'ultimo giorno di lavorazione per Beatles For Sale, perde il confronto su tutti i punti di vista. L'esecuzione è scolastica, il mixaggio discutibile e l'arrangiamento si limita a togliere qualche elemento dalla versione di Perkins, senza fornire nessuna idea reinterpretativa. Ringo, che esorta Harrison durante l'assolo (Rock on George, for Ringo one time!) è evidentemente a disagio con l'intonazione e fornisce forse la sua peggior esecuzione vocale dell'intera discografia dei Beatles.

Un simile fiasco è difficile da spiegare: i Beatles suonavano il brano dal 1962, sebbene fosse Lennon a cantarlo, come testimoniato anche dal Live At The BBC del 1994 (dopo l'uscita di Beatles For Sale, Honey Don't resterà in scaletta fino al 1965, sempre cantata da Ringo). È anche vero che essi erano comprensibilmente esausti, alle prese con un tour de force che non gli dava respiro da mesi; però, dopo aver inciso il brano si concessero un rifacimento di What You're Doing, incisero il messaggio di Natale per il fan club, e addirittura parteciparono, per la prima volta, alle sedute di mixaggio.

La capacità di autovalutazione dei Fab Four su Beatles For Sale - straordinaria invece nel resto della loro carriera - è stata spesso messa in discussione anche da critici solitamente neutrali o benevoli come il grande Mark Lewisohn. La spiegazione più semplice è quindi che forse essi erano soddisfatti del risultato, ipotesi che prende ancora più piede se si considera che Ringo interpretò proprio Honey Don't al concerto commemorativo per George Harrison, il più accanito fan di Perkins all'interno del gruppo.

Commenti