baby's in black

(lennon/mccartney)
durata 02:04
la maggiore (fa# minore nella sezione a contrasto)

Testo

Oh dear, what can I do
Baby's in black and I'm feeling blue
Tell me, oh, what can I do

She thinks of him
And so she dressed in black
And though he'll never come back
She's dressed in black

Oh, dear, what can I do
Baby's in black and I'm feeling blue
Tell me oh, what can I do?

I think of her
But she thinks only of him
And though it's only a whim
She thinks of him

Oh, how long will it take
'Till she sees the mistake she has made?

Dear, what can I do
Baby's in black and I'm feeling blue
Tell me oh, what can I do

She thinks of him
And so she dresses in black
And though he'll never come back
She's dressed in black

Oh, dear what can I do
Baby's in black and I'm feeling blue
Tell me oh, what can I do?

La piccola è in nero

Oddio, cosa posso fare?
La piccola è in nero e io mi sento triste
Dimmi, cosa posso fare?

Lei pensa a lui
E così si veste di nero
E anche se lui non tornerà mai
Lei è vestita di nero

Oddio, cosa posso fare?
La piccola è in nero e io mi sento triste
Dimmi, oh cosa posso fare?

Io penso a lei
Ma lei pensa solo a lui
E anche se è solo un capriccio
Lei pensa a lui

Oh quanto ci vorrà
Perchè lei capisca lo sbaglio che ha fatto?

Oddio, cosa posso fare?
La piccola è in nero e io mi sento triste
Dimmi, oh cosa posso fare?

Lei pensa a lui
E così si veste di nero
E anche se lui non tornerà mai
Lei è vestita di nero

Oddio, cosa posso fare?
La piccola è in nero e io mi sento triste
Dimmi, oh cosa posso fare?

Accordi

[A] [E] [A]

[A]Oh dear, [E]what can I do
[D]Baby's in black and [E]I'm feeling blue
Tell me, [A]oh, what can I [A]do [E]

[A]She thinks of him
And [A7]so she dressed in [D]black
And though he'll never come [A]back
[E]She's dressed in [A]black

[A]Oh dear, [E]what can I do
[D]Baby's in black and [E]I'm feeling blue
Tell me, [A]oh, what can I [A]do [E]

[A]I think of her
But [A7]she thinks only of [D]him
And though it's only a [A]whim
[E]She thinks of him

[F#m]Oh, how [B7]long will it take
[D]'Till she [E]sees the mistake she has [A]made?

Dear, [E]what can I do
[D]Baby's in black and [E]I'm feeling blue
Tell me, [A]oh, what can I [A]do [E]

[A]She thinks of him
And [A7]so she dressed in [D]black
And though he'll never come [A]back
[E]She's dressed in [A]black

[A]Oh dear, [E]what can I do
[D]Baby's in black and [E]I'm feeling blue
Tell me, [A]oh, what can I [A]do [E] [A]

Registrazione

martedì 11.08.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-14 + frammenti da montaggio non numerati
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ron Pender

Mixaggio

venerdì 14.08.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 14
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Ron Pender
test

lunedì 26.10.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 14
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Tony Clark

mercoledì 04.11.1964 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 14
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Norman Smith
secondo fonico: Mike Stone

Anomalie

01:30 Cattivo intervento di edizione, meglio udibile a destra, sulle parole baby's in black". La chitarra si allontana per un attimo e ritorna gradatamente, appaiono improvvisamente le maracase, il volume del basso si alza e la batteria fa un piccolo salto.

01:40 John e Paul cantano due parti differenti, uno "and though he'll never come back" e l'altro "but thought she'll never come back".

01:51 Una terza voce traccia una debole armonia sopra le altre due, esattamente "dear, what can I do, baby's in black and I'm feeling blue". Maggiormente udibile nella parola "black".

02:03 Proprio alla fine, a destra, si sente un fruscio, come prodotto da un foglio di carta.

Review

In un album indubbiamente caratterizzato da una triste vena di malinconia, Baby's In Black, il primo brano di Beatles For Sale ad essere registrato, costituisce uno degli episodi più cupi. Con il suo lugubre testo, suggerisce che le pene d'amore sofferte dalla protagonista siano assai più definitive delle consuete delusioni adolescenziali solitamente trattate nella musica pop dell'epoca.

Una suggestiva interpretazione vuole che le parole si riferiscano ad Astrid Kircherr, la fotografa amburghese che si era fidanzata col primo bassista dei Beatles, Stuart Sutcliffe, tragicamente scomparso nel 1962. La musica, dall'evidente andamento blueseggiante, esprime lo sconforto del testo attraverso una melodia cantata in rustiche armonie parallele, che fa sembrare Baby's In Black quasi una canzone popolare,  non lontana dallo stile da angiporto di Maggie Mae.

Eppure, nello scriverla, John e Paul (qui in una delle loro ultime vere collaborazioni "guardandosi negli occhi") avevano cercato di essere innovativi, o almeno sperimentali, cercando di imitare il metro in 3/4 di If You Gotta Make A Fool Of Somebody, un successo del 1962 di James Ray, che era morto, probabilmente per overdose, proprio all'epoca della composizione di Baby's In Black .

Sebbene il pezzo risulterà infine essere nel meno infrequente metro di 6/8, i loro autori ne resteranno soddisfatti, e benchè Baby's In Black non fu mai presa in considerazione come possibile singolo, diventerà il brano di Beatles For Sale più a lungo presente nei loro spettacoli dal vivo.

Dal punto di vista dell'esecuzione, i due punti focali sono l'altissima armonia di McCartney, molto difficile da eseguire, che sovrasta la melodia di Lennon come era accaduto in If I Fell (anch'essa registrata con John e Paul che cantavano simultaneamente nello stesso microfono), e l'intelligente assolo di chitarra di Harrison, che esprime il piangente stato d'animo del testo attraverso una sequenza di salti e bending che si risolvono in una citazione della melodia.

Commenti