sun king

(lennon/mccartney)
durata 02:26
mi maggiore/do maggiore

Testo

Ah -
Here comes the Sun King
Here comes the Sun King
Everybody's laughing
Everybody's happy
Here comes the Sun King

Quando paramucho mi amore de felice corazon
Mundo paparazzi mi amore chicka ferdy parasol
Cuesto obrigado tanta mucho que can eat it carousel

Re Sole

Ah -
Ecco il Re Sole
Ecco il Re Sole
Tutti ridono
Tutti sono felici
Ecco il re Sole

Quando paramucho mi amore defelice corazon
Mundo paparazzi mi amore chicka ferdy parasol
Cuesto obrigado tanta mucho que can eat it carousel

Accordi

[Emaj7] [E6]

[F/G]Ah -
[C]Here [Cmaj7]comes the [Gm7]Sun [A7]King
[C]Here [Cmaj7]comes the [Gm7]Sun [A7]King
[F]Everybody's [D7]laughing
[F]Everybody's [D7]happy
[C]Here [Em7]comes the [C7]Sun [F]King

[F#m7/E]Quando paramucho mi amore de felice cora[E6]zon
[F#m7/E]Mundo paparazzi mi amore chicka ferdy para[E6]sol
[F#m7/E]Cuesto obrigado tanta mucho que can eat it carou[E6]sel

Registrazione

giovedì 24.07.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-35
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
base ritmica in formazione tipo basso, due chitarre e batteria. registrata come un solo brano insieme a Mean Mr. Mustard

venerdì 25.07.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 35
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione piano, voce e organo

martedì 29.07.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 35
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione voce, piano, organo e percussioni

martedì 05.08.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: frammenti di effetti sonori numerati 1-5
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
preparati da Paul per unire il brano a You Never Give Me Your Money

Mixaggio

mercoledì 30.07.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 35
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
remix 1 + dissolvenze incrociate

giovedì 14.08.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 35 + frammento di montaggio
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: Alan Parsons
remix 20-24 + montaggio e dissolvenze incrociate

giovedì 21.08.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: frammento di montaggio
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: Alan Parsons
remix finale della dissolvenza incrociata con You Never Give Me Your Money

Review

Originariamente intitolata Here Comes The Sun King, poi abbreviata per evitare confusione rispetto ad Here Comes The Sun di Harrison, Sun King sembrerebbe essere venuta in sogno a John Lennon, stando alle sue dichiarazioni.

Harrison invece dichiarò che il pezzo era basato su Albatross, il brano strumentale dei Fletwood Mac che aveva raggiunto la top ten nelle classifiche di tutta Europa (ma non oltreoceano). La somiglianza armonica si limita alla scelta della tonalità d'impianto, ma l'atmosfera dei due brani è simile, così come gli effetti sonori iniziali di Sun King sembrano un chiaro rimando alla hit dei Fletwood Mac.

La prima parte del pezzo, con le semplici, positive immagini dell'arrivo del personaggio del titolo, hanno un effetto suadente, enfatizzato dalla ricchezza degli accordi, ben sfruttata nell'armonia simultanea di Lennon, Harrison e McCartney (con ulteriori sovraincisioni di Lennon). Nella seconda parte però, il ricorso a un maccheronico pastiche di italiano, spagnolo e portoghese rivela che è tutto uno scherzo, e la regale eleganza non è che una solenne fanfaronata.

Sun King mostra infatti una delle più profonde contrapposizioni compositive di Lennon: da un lato egli tendeva spesso a giudicare le canzoni (non solo le sue) dando un'importanza anche eccessiva al testo. Dall'altro, era capace di disinteressarsi completamente alle parole, in cerca soltanto di un suono e un'atmosfera.

Benchè in linea di massima quest'ultimo approccio sia tipico del suo primo periodo beatlesiano, egli vi ricorse talvolta anche nella parte più matura della sua carriera: Because ne costituisce un altro esempio su Abbey Road, mentre Give Peace A Chance è il caso più evidente della sua carriera da solista.

Se il paragone con Michelle, unico altro brano ad includere del testo in lingua diversa dall'inglese, è evidentemente fuori luogo, un precedente per lo spagnolo approssimativo è presente in Los Paranoias, nomignolo con cui Lennon e McCartney indicavano scherzosamente i Beatles, emerso da una delle session del White Album, durante le registrazioni di I Will (e documentato dall'Anthology).

Il brano è notevole anche per il suo curioso mixaggio, con la chitarra che si sposta in modo evidente da un canale dello stereo all'altro, all'inizio e alla fine del pezzo.

Nel contesto del long medley, Sun King si rivela funzionale per far riposare l'ascoltatore dopo la fin troppo funambolica You Never Give Me Your Money, prima di stupirlo nuovamente con il brusco cambio d'atmosfera per la successiva Mean Mr. Mustard, che fu registrata insieme a Sun King, come fossero un unico brano.

Commenti