i want you (she's so heavy)

(lennon/mccartney)
durata 07:47
la minore

Testo

I want you
I want you so bad
I want you
I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

I want you
I want you so bad, babe
I want you
I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

I want you
I want you so bad
I want you
I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

I want you
I want you so bad, babe
I want you
I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

She's so heavy, heavy
She's so heavy
She's so heavy, heavy

I want you
I want you so bad
I want you
I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

I want you
I want you so bad, babe
I want you
You know I want you so bad
It's driving me mad
It's driving me mad

Yeah
She's so...

Ti voglio (lei è così forte)

Ti voglio
Ti voglio da star male
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire

Ti voglio
Ti voglio da star male piccola
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire

Ti voglio
Ti voglio da star male piccola
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire

Ti voglio
Ti voglio da star male
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire

Lei è così forte, forte
Lei è così forte
Lei è così forte, forte

Ti voglio
Ti voglio da star male
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire

Ti voglio
Sai ti voglio da star male piccola
Ti voglio
Ti voglio da star male
Mi fai impazzire
Mi fai impazzire


Lei è così...

Accordi

[Dm] [Dm/F] [Em7b9] [Bb7] [A+7]

I want [Am7]you
I want you so bad
I want you
I want you so bad[C]
It's [D]driving me [F]mad
It's [G]driving [E7b9]me [Am7]mad [A7]

I want [Dm7]you
I want you so bad, babe
I want you
I want you so bad[F]
It's [C]driving me [Bb]mad
It's driving me mad[E7b9]

I want [Am7]you
I want you so bad
I want you
I want you so bad[C]
It's [D]driving me [F]mad
It's [G]driving [E7b9]me [Am7]mad [A7]

I want [Dm7]you
I want you so bad, babe
I want you
I want you so bad[F]
It's [C]driving me [Bb]mad
It's driving me mad[E7b9]

She's so [Dm] [Dm/F]
[E7b9]heavy, [Bb7]heavy[A+7]
She's so [Dm]heavy
She's so [Dm/F]heavy, heavy[E7b5] [Bb7] [A+7]

I want [Am7]you
I want you so bad
I want you
I want you so bad[C]
It's [D]driving me [F]mad
It's [G]driving [E7b9]me [Am7]mad [A7]

I want [Dm7]you
I want you so bad, babe
I want you
You know I want you so [C]
It's [D]driving me [F]mad
It's [G]driving [E7b9]me [Am7]mad [A7]

Yeah[E7b5]
She's so...
[Dm] [Dm/F] [Em7b9] [Bb7] [A+7] x15

Registrazione

mercoledì 29.01.1969 @ Apple Studios
nastri: non numerati
produttore: George Martin
primo fonico: Glyn Johns
secondo fonico: Alan Parsons
prime prove, durante le sessions per Get Back/Let It Be

sabato 22.02.1969 @ Trident Studios, Londra
nastri: 1-35
produttore: Glyn Johns
primo fonico: Norman Smith
base ritmica. in uno dei nastri Paul cantò al posto di John

venerdì 18.04.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: master del Trident ridotto e numerato 1
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Jeff Jarratt
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione chitarre John e George

domenica 20.04.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 1
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Jeff Jarratt
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione organo e percussioni

venerdì 08.08.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: master del Trident
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione sintetizzatore e nuova batteria

lunedì 11.08.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
sovraincisione cori

Mixaggio

domenica 23.02.1969 @ Trident Studios, Londra
nastri: 9, 20 e 32
mix: stereo
produttore: Glyn Johns
primo fonico: Norman Smith
montaggio dei 3 nastri migliori per ottenere un master di base ritmica

venerdì 18.04.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1
mix: stereo
produttore: Chris Thomas
primo fonico: Jeff Jarratt
secondo fonico: John Kurlander
remix provvisori non numerati

lunedì 11.08.1969 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1 + master del Trident
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: John Kurlander
montaggio dei cori appena incisi sul nastro 1 di Abbey Road anche sul master del Trident

mercoledì 20.08.1969 @ Abbey Road Studio 3
nastri: 1 + master del Trident
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Geoff Emerick /Phil McDonald
secondo fonico: Alan Parsons
remix 1-8 del nastro 1 + remix 9 del master Trident + montaggio dei 2, perchè parte delle registrazioni erano state fatte sul primo, parte sul secondo - vedere registrazione

Anomalie

01:55 Un "plink" ad alto volume proveniente dalla chitarra al centro.

02:19 La penultima nota dell'arpeggio è un'inattesa quinta eccedente. Errore o scelta?

02:21 George solleva il selezionatore del pickup per cambiare tono alla chitarra.

03:08 Di nuovo un click del pickup.

03:37 Nota di basso ovattata.

03:40 (Centro) Un click nel canale della chitarra?

03:42 Il pickup di John.

04:28 Distorsione nello "Yeeah" di John come reazione a qualcuno (Paul dalla sala di controllo?) che gli urla contro.

Review

Una delle opere più controverse dei Beatles, I Want You è una canzone il cui tratto più evidente è il brusco distacco da ogni elemento classico dei Fab Four. Atipica nella struttura, nella progressione, nell'arrangiamento, nel testo e più ancora nella durata, questo drastico esercizio lennoniano si accontenta di 14 parole in quasi 8 minuti, marcando una differenza formale fin troppo evidente con brani verbalmente ricchi e fantasiosi come I Am The Walrus, scritta poco più di un anno prima, o la quasi contemporanea Come Together.

Un altro elemento assai anomalo è la presenza di una insolitamente lunga coda strumentale, consistente di un lungo arpeggio ipnoticamente ripetuto e bruscamente interrotto, concludendo così la canzone e il lato A dell'album Abbey Road.

Lennon andò sempre molto fiero di questa canzone, indicando il testo come qualcosa di finalmente chiaro, privo di riferimenti indecifrabili, e al tempo stesso estremamente efficace nel veicolare il messaggio del suo autore, chiaramente diretto a Yoko Ono - che non era ancora diventata sua moglie all'epoca della composizione e della registrazione della canzone.

Di tutt'altro avviso Robbie Robertson della Band, che definì I Want You nientemeno che una rumorosa merdaccia, interpretando senza dubbio il pensiero di quanti ritenevano con preoccupazione che la canzone esprimesse fin troppo bene la crescente ossessione di John per Yoko.

I Want You è probabilmente un brano troppo ossessionato per poter raggiungere il grande pubblico. Le parole sono poche, perchè Lennon non può fare altro che ripeterle come un mantra, prima di passare lo stesso compito alle chitarre. In questo senso, il finale tagliato della canzone è l'elemento semanticamente più convincente di un'opera concettualmente inattaccabile: una sudditanza così disperata non si acquieta, nè può dissolvere - può solo interrompersi per esigenze pratiche.

Indubbiamente impegnativa all'ascolto, I Want You era molto divertente da suonare per tutti e 4 i Beatles e Billy Preston. Le parti strumentali sono tutte incisive, fantasiose e curate. McCartney cantò da solista in alcuni tentativi d'incisione, mentre l'impegno di George Harrison è ampiamente testimoniato dal tempo speso insieme a Lennon a sovraincidere numerose tracce di chitarra per ottenere un muro sonoro che anticipa la collaborazione di entrambi con il discusso produttore Phil Spector.

Originale ed eccessiva, I Want You rimane uno dei singoli brani dei Beatles più efficaci nel mostrare l'incredibile varietà stilistica dei quattro. Al tempo stesso però, mostra anche come ormai le esigenze dei singoli membri della band stessero diventando troppo grandi e spiccate per poter essere racchiuse in un unico contenitore artistico: il 4 luglio del '69, prima ancora che le sovraincisioni su I Want You fossero terminate, John Lennon pubblicava il suo primo singolo da solista, Give Peace A Chance.

Commenti