Paperback Writer

Lato A
  1. Paperback Writer (Lennon/McCartney)
Lato B
  1. Rain (Lennon/McCartney)

Pubblicazione

R 5452: 10 giugno 1966

Formato: Singolo 45 giri

Classifica

Posizione più alta: #1 per 2 settimane
Settimane in classifica: 11


Recensione

di Luca Biagini | Ultimo aggiornamento: 11.12.2009

The Beatles - Copertina dell'album The Beatles Paperback Writer

Il dodicesimo singolo dei Beatles anticipa di due mesi il loro album della svolta, Revolver, ed introduce tutte le novità tecnologiche e compositive con cui questo album stupirà il mondo. Dal punto di vista tecnico, questo 45 giri sarà il primo lavoro a beneficiare delle nuove apparecchiature disponibili e delle invenzioni e sperimentazioni messe a punto ad Abbey Road, con l'introduzione di limitatori, compressori, altoparlanti Leslie, ADT, nastri rovesciati); favoriti da queste nuove possibilità, John e Paul proseguono la ricerca di una nuova forma-canzone, non più legata ad un motivo orecchiabile e parole che suonassero bene, ma alla sperimentazione di diverse soluzioni e strutture, per meglio veicolare i concetti e le emozioni sempre più complesse e variegate che i loro testi esprimevano.

Con un paio di parziali eccezioni (I'm A Loser, Nowhere Man), finora, tutte le canzoni dei Beatles avevano parlato d'amore o di storie d'amore; persino nell'ironica Drive My Car, la loro canzone meno romantica fino a questo momento, c'era il riferimento ad una relazione quasi sentimentale tra i protagonisti (maybe I'll love you).

In un colpo solo, il singolo Paperback Writer/Rain introduce due canzoni non d'amore, e che per di più indicheranno la strada dei rispettivi autori nei prossimi anni: da un lato McCartney che racconta una storia, come farà numerosissime volte - con risultati assai diseguali - nel resto della sua carriera: Eleanor Rigby, She's Leaving Home e Ob-la-di Ob-la-da sono solo alcuni dei numerosissimi esempi possibili.

Dall'altro lato Lennon dà forma e peso alle proprie percezioni (in questo caso alterate dall'LSD), come aveva iniziato a fare con Ticket To Ride e Tomorrow Never Knows (già registrata prima di Rain, anche se pubblicata in seguito) e continuerà a fare con Strawberry Fields Forever, Lucy In The Sky With Diamonds, I Am The Walrus ed altre ancora.

Se già c'erano state alcuni lati B che avrebbero potuto essere dei lati A, Rain forma almeno con I Am The Walrus un minigruppo di canzoni che avrebbero dovuto essere dei lati A. Dal punto di vista degli equilibri interni del gruppo, la scelta di Paperback Writer come lato A di questo 45 giri (il più deludente in termini di vendite dai tempi di Love Me Do) costituisce infatti una forte spallata di McCartney alla leadership di Lennon, ed anticipa la il ruolo centrale che la critica normalmente gli attribuisce in Revolver rispetto a John (Lewisohn ad esempio ritiene Rubber Soul uno dei vertici dell'arte di John Lennon, e Revolver uno dei vertici dell'arte di Paul McCartney).

Stranamente, Lennon non polemizzò mai contro questa scelta (come fece invece a più riprese, ad esempio, per Hello Goodbye); non è forse da escludere che il gruppo ritenesse Rain troppo sperimentale per darle una visibilità ancora maggiore.

Commenti dei lettori

Il 06/10/2014 alle 22:36 Walter ha detto:
"Rain " ispira lo stile dei gruppi come Oasis negli anni 90 fino ad oggi , e ancora una volta da 50 anni , ed oggi pił che mai , dimostra che I Beatles sono la miglior Band .
Il 09/10/2014 alle 14:34 Faul ha detto:
"Rain" e un brano che per quei tempi era pił avanti rispetto a "Paperbak Writer" simile come impostazione a "Help",ma i 45 giri servivano a fare incassi e le canzoni di Paul avevano maggiori potenzialitą commerciali.Anche "I'm the Warlus"era pił geniale di "Hello Goodbye"ma non altrettanto commerciale.

Lascia un commento

I commenti sono moderati, non usare i commenti per inviare messaggi che non siano relativi alla canzone e di interesse generale. I tuoi dati non saranno usati per scopi commerciali nè ceduti a terzi, e saranno conservati nel rispetto delle vigenti normative in materia di privacy. Gli IP vengono conservati per prevenire e tracciare eventuali abusi. Insomma, niente di speciale, le solite cose obbligatorie per legge. Scrivi pure!




Content management system & hosting: courtesy of Gruppo Modulo | © 2003-2014 Luca Biagini except where noted otherwise.