The Beatles (No. 1)

Lato A
  1. I Saw Her Standing There (McCartney/Lennon)
  2. Misery (McCartney/Lennon)
Lato B
  1. Anna (Go To Him) (Alexander)
  2. Chains (Goffin/King)

Pubblicazione

GEP 8883: 1 novembre 1963

Formato: EP 45 giri

Classifica

Posizione più alta: #2
Settimane in classifica: 29


Recensione

di Luca Biagini | Ultimo aggiornamento: 21.11.2009

The Beatles - Copertina dell'album The Beatles The Beatles (No. 1)

Il motivo per cui il terzo Extended Play dei Beatles si intitoli The Beatles No. 1 è tuttora avvolto nel misterioso, anche a causa della scarsità di informazioni che riguarda le uscite discografiche in questo formato, di fatto un'operazione puramente commerciale in cui la selezione dei brani da includere, i titoli e le copertine venivano scelti spesso senza il coinvolgimento diretto dei Beatles o di George Martin.

Graham Calkin ipotizza che probabilmente fu pianificata un serie di EP numerati intitolati semplicemente The Beatles, con l'aggiunta di un numero progressivo, come le uscite delle riviste e dei periodici. E' possibile che questa sia la spiegazione corretta, e che tale idea venne immediatamente abbandonata, come dimostrerebbero i titoli successivi.

Le canzoni di The Beatles No. 1 provengono ancora una volta da Please Please Me, e, confermando il minimo impiego di fantasia che caratterizza buona parte della compilazione degli EP del gruppo, sono esattamente le prime 4 canzoni del lato A. A questo punto, tra i singoli e gli EP, tutte le canzoni del primo 33 giri dei Beatles erano disponibili anche su 45 giri, con le sole eccezioni di Boys e Baby It's You (con buona pace di Ringo, le cui interpretazioni vocali non sarebbero apparse su EP fino all'uscita di Long Tall Sally, su cui il batterista canta Matchbox).

Considerato che questa fu l'ultima occasione in cui gli EP attinsero da Please Please Me canzoni non ancora pubblicate su 45 giri (P.S. I Love You e Ask Me Why sul successivo All My Loving erano già uscite come lato B dei primi due singoli), è significativo che I Saw Her Standing There, per alcuni la miglior composizione originale dei Beatles fino a questo momento, venne solo ora tributata di una visibilità anche su questo diverso formato. 

Commenti dei lettori

Ancora nessun commento per questo album. Be the first!

Lascia un commento

I commenti sono moderati, non usare i commenti per inviare messaggi che non siano relativi alla canzone e di interesse generale. I tuoi dati non saranno usati per scopi commerciali nè ceduti a terzi, e saranno conservati nel rispetto delle vigenti normative in materia di privacy. Gli IP vengono conservati per prevenire e tracciare eventuali abusi. Insomma, niente di speciale, le solite cose obbligatorie per legge. Scrivi pure!




Content management system & hosting: courtesy of Gruppo Modulo | © 2003-2014 Luca Biagini except where noted otherwise.