Pepperland

Tutto Molto sui Beatles

i will

(lennon/mccartney)
durata 01:45
fa maggiore

Testo

Who knows how long I've loved you
You know I love you still
Will I wait a lonely life time
If you want me to I will

For if I ever saw you
I didn't catch your name
But it never really mattered
I will always feel the same

Love you forever and forever
Love you with all my heart
Love you whenever we're together
Love you when we're apart

And when at last I'll find you
Your song will fill the air
Sing it loud so I can hear you
Make it easy to be near you
For the things you do endear you to me
Ah, you know I will
I will

Lo farò

Chissà per quanto tempo ti ho amata
Sai che ti amo ancora
Devo aspettare una vita intera in solitudine?
Se tu lo vuoi, lo farò

Perchè se mai ti ho vista
Non ho capito il tuo nome
Ma non ha mai avuto davvero importanza
Proverò sempre gli stessi sentimenti

Ti amerò per sempre e sempre
Ti amerò con tutto il cuore
Ti amerò ogni volta che saremo insieme
Ti amerò quando saremo separati

E quando alla fine ti troverò
La tua canzone riempirà l'aria
Cantala forte così potrò sentirti
Fa' che sia facile starti vicino
Perchè le cose che fai mi conquistano
Ah, sai che lo farò
Lo farò

Accordi

Who[F] knows how [Dm7]long I've [Gm7]loved you[C7]
You[F] know I [Dm]love you [Am]still
[F7]Will I [Bb]wait a [C7]lonely [Dm]lifetime[F]
If you [Bb]want me [C7]to I [F]will [Dm7] [Gm7] [C7]

For [F]if I [Dm]ever [Gm7]saw you[C7]
I [F]didn't [Dm]catch your [Am]name
[F7]But it [Bb]never [C7]really [Dm]mattered[F]
I will [Bb]always [C7]feel the [F]same [F7]

[Bb]Love you [C7]forever [Dm7]and forever
[Gm]Love you with [C7]all my [F]heart [F7]
[Bb]Love you when[C7]ever [Dm7]we're together
[G7]Love you when we're [C7]apart

And [F]when at [Dm7]last I [Gm7]find you[C7]
Your [F]song will [Dm]fill the [Am]air
[F7]Sing it [Bb]loud so [C7]I can [Dm]hear you[Bbm] [F]
Make it [Bb]easy [C7]to be [Dm]near you[Bbm] [F]
For the [Bb]things you [C7]do [Dm]endear you to [F]me
[Bb]Ah, you [C7]know I [Db7]will
I [F]will[F7]
[Bb] [Am] [Dm7] [Gm7] [C7] [Fmaj7]

Registrazione

lunedì 16.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 1-67 + copia del 65 nel 68
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
base ritmica: Paul voce e chitarra acustica, John e Ringo percussioni e maracas

martedì 17.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 68
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Mike Sheady
sovraincisione seconda voce, basso vocale e altra chitarra, tutto da Paul

Mixaggio

giovedì 26.09.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 68
mix: mono
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: Mike Sheady
remix 1-2

lunedì 14.10.1968 @ Abbey Road Studio 2
nastri: 68
mix: stereo
produttore: George Martin
primo fonico: Ken Scott
secondo fonico: John Smith
remix 1

Review

Canzone tra le più delicate mai scritte da Paul McCartney, I Will associa ad una melodia incantevole uno dei migliori testi del suo autore.

Suggerendo che l'amore della vita preesiste dentro di noi, e che l'effettivo incontro delle persone destinate a condividere tale sentimento è un'eventualità che può realizzarsi o meno senza inficiare l'intensità del sentimento stesso, I Will è una toccante e fervente dichiarazione d'amore di Paul a Linda Eastman, la fotografa newyorkese che l'anno successivo sarebbe diventata effettivamente la compagna della vita di McCartney, finchè morte (di lei) non li separò nel 1998.

La musica è all'altezza del prezioso testo, e la sua suadente dolcezza anticipa elementi che ricorreranno con frequenza, ma di rado con risultati altrettanto elevati, nella produzione postbeatlesiana di Paul. La strofa di otto battute presenta un'ariosa melodia completamente priva di note ripetute, superando in questo senso persino Yesterday. Nella sezione a contrasto di otto battute, gli intervalli si riducono, suggerendo un climax di intimità anticipato molto tipicamente (come ad esempio in Hey Jude) dalla settima blueseggiante. Una coda relativamente lunga - in rapporto alla durata minima della canzone - intreccia l'intenzione della strofa agli accordi del bridge: una soluzione di mestiere, che ricorda l'introduzione di Here, There And Everywhere. E con questo, il rimando da I Will alle migliori canzoni d'amore di McCartney è compiuto.

L'incisione richiese una lunga notte dalle 19 alle 3 del mattino, durante la quale i Beatles (senza Harrison, e con Lennon pazientemente alle percussioni) registrarono oltre 60 versioni del brano, prima di arrivare al risultato desiderato. Le prove (una delle quali documentata anche dall'Anthology) mostrano che McCartney, al solito, aveva un paio di opzioni alternative per alcuni versi del testo e certi passaggi della melodia. 

Dal punto di vista del suono, questo brano è abbastanza lontano dagli standard beatlesiani per l'abbondanza dei suoi ritmi interni; cogliendone questa caratteristica, McCartney molto opportunamente decise di non suonare il basso, ma di cantarne le note sul suo registro vocale più basso. Questa scelta, oltre a confermare l'attenzione dell'autore per questa canzone, dona ulteriore unicità ad un brano indimenticabile, che, con la sua deliziosa melodia e l'incessante movimento armonico, rappresenta la migliore espressione dell'intimismo riversato dal gruppo nell'album The Beatles.

Commenti